testata
L'Editoriale della settimana
a cura di Fiorenzo Pampolini

IL DIVO CLAUDIO. 1969: LE NOZZE D'ARGENTO DI CLAUDIO VILLA CON LA CANZONE

Cari amici, nel 1969, Claudio Villa (43 anni) festeggia le nozze d’argento con la canzone. La TV gli dedica una trasmissione dal titolo “Il divo Claudio” che va in onda sabato 13 settembre alle ore 21 sul Programma Nazionale.

Claudio Pica, questo il vero nome del reuccio, nasce a Roma nel 1926 nel popolare quartiere di Trastevere. Debutta nel 1944 con la canzone “Il cardellino”. Negli anni Cinquanta diventa uno dei protagonisti della programmazione radiofonica, e nel 1955 partecipa per la prima volta al Festival di Sanremo dove conquista subito la vittoria con “Buongiorno tristezza”.

La rassegna canora della città dei fiori lo vedrà in gara per ben 13 edizioni, l’ultima delle quali, nel 1982, quando, non essendo previste le eliminazioni per i big, lui, per poter gareggiare, chiese di partecipare tra i giovani. Partecipò inoltre ad una edizione di “Un disco per l’estate” nel 1965 con “Sifolina” e al Cantagiro del 1962 (“Vieni a Venezia”) e del 1968 (“Quando il vento suona le campane”). Memorabili le sue sfide con Gianni Morandi in alcune edizioni di Canzonissima, tra il 1965 e il 1969.

E delle sue partecipazioni ai Festival, si ricordano anche le sue polemiche plateali con gli organizzatori e con la stampa, sempre pronto a contestare la validità delle votazioni, in caso di esclusione dai primi posti. Esponente del bel canto all’italiana, dotato di una voce di stampo tenorile, è sempre rimasto fedele alla tradizione melodica, anche negli anni Sessanta quando il susseguirsi delle nuove tendenze musicali (yè-yè, beat, hippy, pop) lo facevano apparire fuori dal tempo con tanto di contestazioni da parte dei giovani. Ma ha sempre avuto un vasto seguito di fans che lo seguirono sempre nel corso della sua carriera.

Nello spettacolo televisivo di 50 anni fa, le nozze d’argento di Villa con la canzone sono “celebrate” da Alberto Lupo e Loretta Goggi nella scherzosa veste di presentatori-biografi. Intervengono inoltre il soprano Marcella Pobbe che dà modo a Villa di cimentarsi in un brano lirico (il celebre “Duetto delle ciliegie” da “L’amico Fritz” di Mascagni), Renzo Arbore, che insieme ai ragazzi di “Speciale per voi” stuzzica la vena polemica di Villa, l’attore Achille Millo che dà il “la” al cantante per un’escursione musicale tra le melodie del Golfo, Antonella Steni ed Elio Pandolfi che riconducono il protagonista della serata alle sue origini trasteverine.

Nel corso della serata, Villa interpreta una carrellata dei suoi successi più celebri, da “Granada” a “Luna rossa”, da “Voce ‘e notte” a “Binario”, a “Il tuo mondo”, la canzone che gli ha dato la vittoria al Festival di Spalato in Jugoslavia.

Il cantante fu sempre molto polemico con i suoi contestatori, e proprio in occasione del suo 25° anniversario nel mondo della canzone, dichiara al Radiocorriere TV di considerarsi un cantante per tutte le categorie, al di sopra dei capricci delle mode che non ha mai voluto seguire. Tra i colleghi dell’epoca, salva soltanto Al Bano, Mario Tessuto e Massimo Ranieri, gli unici – secondo lui – intonati. E tra le donne, bontà sua, Mina e Milva, ma anche Iva Zanicchi e Orietta Berti. L’annuncio della sua morte sarà dato in diretta da Pippo Baudo su quel palcoscenico del Festival di Sanremo che lo vide più volte protagonista e vincitore. Era il 7 febbraio 1987.

Intanto, la Hit Parade del 5 settembre 1969, presentata da Lelio Luttazzi, vede in ottava posizione Romina Power con “Acqua di mare”, in settima i Dik Dik con “Il primo giorno di primavera”, in sesta Patrick Samson con “Soli si muore”, in quinta Adriano Celentano con “Storia d’amore”, in quarta Mina con “Non credere”.

Le damigelle d’onore sono “Lisa dagli occhi blù” di Mario Tessuto (terzo posto) e “Rose rosse” di Massimo Ranieri (secondo). La canzone regina è “Pensiero d’amore” di Mal.

I discografici sono all’opera per due importanti appuntamenti autunnali. Dal 18 al 20 settembre, c’è la Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia, e il 27 settembre parte una nuova edizione di “Canzonissima”. Ne parleremo nelle prossime settimane.

45mania si prende un breve periodo di vacanza, e tornerà puntualmente sabato 28 settembre, quando riprenderemo il racconto della magica storia della canzone italiana nel suo periodo d’oro e a noi più caro, l’era dei 45 giri.

Appuntamento a fine settembre, e a tutti l’augurio di una buona fine d’estate. A presto!

Pieretto