testata
Archivio Editoriali - 7 Gennaio 2023
a cura di Fiorenzo Pampolini

LE FINALI DI CANZONISSIMA 1962 E 1972

Cari amici, per molti anni, nel giorno della Befana, si concludeva in TV il torneo canoro abbinato alla Lotteria Italia che ancora oggi dispensa premi il 6 gennaio ma con trasmissioni completamente diverse dalle gare di canzoni.

Noi concludiamo in questa nota il discorso sulle edizioni di 60 e 50 anni fa. Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato delle puntate precedenti, in onda tra ottobre e dicembre. Ed ora riviviamo le rispettive finali.

Iniziamo da Canzonissima 1962, che si conclude domenica 6 gennaio 1963. Corrado ha presentato la puntata conclusiva, alla quale partecipano come ospiti d’onore la cantante francese Patachou ed il burattinaio russo Sergio Obrastzov.  Ed ecco i sette finalisti con le relative canzoni, a partire dal settimo classificato:

7. Aura D’Angelo (Violino tzigano)
6. Betty Curtis (Tango del mare)
5. Achille Togliani (Chitarra romana)
4. Emilio Pericoli (Tango della gelosia)
3. Ninì Rosso (La ballata della tromba)
2. Gino Paoli (Il cielo in una stanza)
1. Tony Renis (Quando quando quando)

Vince dunque Tony Renis, con 620.924, con “Quando quando quando”, la canzone che aveva proposto nel 1962 al Festival di Sanremo. Parecchio distacco per il secondo classificato Gino Paoli che raccoglie 250.631 voti, terzo è Ninì Rosso con 200.709 voti. Il possessore del biglietto della Lotteria Italia, abbinato a Tony Renis, vince 150 milioni di lire.

Tony Renis all’epoca ha 25 anni, e già a Sanremo, nonostante fosse arrivato soltanto al quarto posto, si erano capite le potenzialità di “Quando quando quando” che diventerà infatti un successo internazionale. Intanto, si sta preparando per tornare al Festival con una nuova canzone, “Uno per tutte” che sarà la sua rivincita in quanto nel 1963, a vincere Sanremo, sarà proprio lui insieme ad Emilio Pericoli. Ma ne parleremo nelle prossime settimane.

Dieci anni dopo, 6 gennaio 1973: si conclude Canzonissima 1972, presentata da Pippo Baudo e Loretta Goggi. Sono otto i cantanti finalisti che da dicembre si esibiscono con il loro inedito per Canzonissima. Ecco la classifica finale:

8. Rosanna Fratello (Figli dell’amore), punti 73,88
7. Orietta Berti (E lui pescava), punti 77,96
6. Mino Reitano (Cuore pellegrino), punti 86,05
5. Nicola Di Bari (Paese), punti 116,06
4. Marcella (Un sorriso e poi perdonami), punti 117,58
3. Iva Zanicchi (Mi ha stregato il viso tuo), punti 122,20
2. Gianni Morandi (Il mondo cambierà), punti 153,70
1. Massimo Ranieri (Erba di casa mia), punti 252,54

Il punteggio è ottenuto da una media ponderata dei voti delle giurie e delle cartoline voto dei telespettatori.

Vince dunque Massimo Ranieri, che da qualche anno si scontra in finale con Gianni Morandi e Claudio Villa. In questa edizione Villa viene eliminato prima delle finali, e Gianni Morandi deve accontentarsi del secondo posto. Per Massimo Ranieri, è la seconda vittoria a Canzonissima dopo quella di due anni prima con “Vent’anni”.

Anche in questa edizione, il possessore del biglietto della Lotteria Italia abbinato al vincitore, si aggiudica 150 milioni di lire.

Ora, si aspetta il responso degli acquirenti di dischi. Si ripongono molte speranze sugli inediti di Canzonissima che vivacizzeranno il mercato discografico nei due mesi successivi, in attesa del Festival di Sanremo.

Ed anche per oggi è tutto.
Appuntamento alla prossima settimana e ancora tanti auguri di Buon Anno a tutti voi.       

Le foto della settimana

I primi tre classificati a Canzonissima 1962: il vincitore Tony Renis, il terzo classificato Ninì Rosso e il secondo classificato Gino Paoli (foto da Radiocorriere TV)

______________________________________________________________________________________