testata
Archivio Editoriali - 4 Maggio 2019
a cura di Fiorenzo Pampolini

HIT PARADE MAGGIO 1979. I SINGOLI E GLI ALBUM PIU' VENDUTI DI 40 ANNI FA

Cari amici, questa settimana torniamo indietro di 40 anni per andare a vedere quali erano all’epoca i 45 giri più venduti in Italia. Le classifiche di vendita sono quelle di Radio Rai, poi pubblicate dal Radiocorriere TV, che andavano in onda il venerdì alle 12,45 e il lunedì e martedì alle 17,50.

Tra i dischi caldi (ovvero quelli dal 20esimo all’11esimo posto), segnaliamo Claudio Baglioni con “E tu come stai”, Riccardo Cocciante con “E io canto” e Lucio Dalla e Francesco De Gregori con “Ma come fanno i marinai”.

Al decimo posto c’è Julio Iglesias con “Pensami”, in nona posizione Ami Stewart con “Knock on wood”, all’ottavo i Bee Gees con “Too much heaven”. Al settimo posto troviamo un evergreen della canzone italiana, “Quella carezza della sera” dei New Trolls, al sesto una canzoncina per bambini proposta da Pippo Franco, “Mi scappa la pipì, papà”.

Quinto posto per Rod Stewart con “Da ya think I’m sexy”, al quarto c’è Renato Zero con “Il carrozzone”. La canzone è tratta dal sesto album del cantante romano, “EroZero”, e resiste in classifica per ben 16 settimane consecutive. Insieme al lato B del 45 giri, “Baratto”, “Il carrozzone” fa parte della colonna sonora dell’unico film da protagonista di Renato Zero, ovvero “Ciao nì”, di Paolo Poeti.

Risalendo ancora la Top Ten, troviamo in terza posizione “Capito”, dei Gatti di Vicolo Miracoli, sigla della trasmissione televisiva “Domenica In”, nell’edizione della stagione 1978-79 condotta da Corrado. Il brano è composto da Tony De Vita, Franco Torti, Stefano Jurgens e Umberto Smaila.

Seconda posizione per “Born to be alive” del cantautore francese Patrick Hernandez, che aveva iniziato la propria carriera come corista nell’album “E tu” di Claudio Baglioni, inciso a Parigi. Il brano sarà in seguito oggetto di varie cover.

Canzone regina è “Tragedy”, una canzone dei Bee Gees, inclusa nell’album “Spirits having flown” e da esso estratta come secondo singolo. Benché non presente nella colonna sonora del film “La febbre del sabato sera”, “Tragedy” fu in seguito inserita nell’accompagnamento  del musical ispirato al film.

E passiamo agli album più venduti. Al decimo posto ci sono i New Trolls con “Aldebaran”, al nono Gino Soccio con “Outline”, all’ottavo Claudio Baglioni con “E tu come stai”, si tratta dell’ottavo disco della carriera del cantautore romano, il primo inciso per la CBS.

Al settimo posto Julio Iglesias con “Sono un pirata, sono un signore”, al sesto Riccardo Cocciante con “… e io canto”, al quinto Rod Stewart con “Blondes have more fun”, al quarto ancora Julio Iglesias con la raccolta “Da Manuela a Pensami”.

Terzo posto per Lucio Dalla con l’album che porta il suo nome. Il disco (insieme al precedente “Com’è profondo il mare” e al successivo “Dalla”) è considerato da gran parte della critica musicale un capitolo del trittico della maturità di Lucio Dalla, che è ormai autore dei testi e delle musiche delle sue canzoni dopo la fondamentale e formativa esperienza con Roberto Roversi. Tra le canzoni dell’album, da citare “L’ultima luna”, “Anna e Marco” e “L’anno che verrà”.

Secondo posto per i Bee Gees con “Spirits having flown”, mentre in prima posizione c’è il già citato album di Renato Zero “EroZero”.