testata
Archivio Editoriali - 31 Luglio 2021
a cura di Fiorenzo Pampolini

CIAO GIANNI! SCOMPARE A 72 ANNI L'INTERPRETE DI "QUANTO E' BELLA LEI".

Lo scorso 27 luglio a Roma è scomparso Gianni Nazzaro, che in molti ricordano principalmente per Quanto è bella lei, canzone vincitrice di Un disco per l'estate 1972, ma che nella sua carriera ha inciso una settantina di singoli ed una decina di album. Inizialmente Nazzaro era visto come contrappositore di Massimo Ranieri: quasi stessa età (solo tre anni di differenza) stessa città natale, stessa casa discografica e stesso genere musicale. Di sicuro il suo più grande rammarico è stato quello di vedersi bocciata al Festival di Sanremo del 1987 quella Perdere l'amore che sarebbe risultata vincitrice l'anno successivo prorpio nell'esecuzione del rivale Ranieri.

45 Mania e Fiorenzo Pampolini, dedicheranno interamente a lui l'editoriale della prossima settimana, nel frattempo tutti i 45 giri in vetrina di questa settimana sono in sua memoria.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

SENZA RETE 1971 - 2a PARTE. LE PUNTATE DI LUGLIO E AGOSTO DELLA QUARTA EDIZIONE

Cari amici, la scorsa settimana abbiamo iniziato il discorso sulla quarta edizione del varietà estivo “Senza rete”, in onda dagli studi RAI di Napoli. La caratteristica di questo programma è quella di essere registrato senza interruzioni, come fosse una diretta, mentre gli artisti si esibiscono appunto “Senza rete”, ovvero cantando dal vivo con l’orchestra, senza far ricorso al play-back.

Il regista di questa edizione è Enzo Trapani, il presentatore è Paolo Villaggio. Vediamo questa settimana i protagonisti delle puntate dalla quarta all’ottava, in onda tra il 17 luglio e il 14 agosto sul Programma Nazionale televisivo.

Quarta puntata: sabato 17 luglio
Protagonisti: JOHNNY DORELLI e PATTY PRAVO
Per la sua esibizione, Johnny Dorelli ha scelto “Na sera ‘e maggio”, “South of the border” (“Strada d’argento”), “E penso a te”, e una selezione di suoi successi (“L’immensità”, “Promesse promesse”, “Non m’innamoro più”). Le canzoni di Patty Pravo sono “Tutt’al più”, “La canzone degli amanti” e “Vivere in fondo”, oltre al consueto pot-pourri che comprende brani di successo come “La bambola”, “Il paradiso” e “Se perdo te”. Insieme, Patty e Johnny interpretano il motivo conduttore del film “Love story”. Gli ospiti sono Minnie Minoprio e Vinicius de Moraes con il chitarrista Toquinho. La prima propone due brani: “I duri teneri” e una versione “beat” di “Summertime”. De Moraes, detto “il padre della bossa nova”, esegue, insieme a Toquinho, alcuni dei suoi più celebri motivi come “Tristeza” e “La ragazza di Ipanema”, e quindi un brano dal titolo “Tonga de mironga do kabulete” che si trova in testa alle classifiche discografiche brasiliane.

Quinta puntata: sabato 24 luglio
Protagonisti: CHARLES AZNAVOUR e IVA ZANICCHI
Il legame artistico per la coppia protagonista di questa puntata è stato sperimentato in un long-playing, dal titolo “Caro Aznavour, …Iva”, in cui la cantante di Ligonchio interpreta brani del celebre autore francese. Nello show, la Zanicchi canta “La riva bianca, la riva nera”, presentata all’ultimo Disco per l’estate, “Il sole verde tornerà” e “Lascia andare” in tandem con Aznavour. Nella consueta fantasia di motivi di successo, riascoltiamo la Zanicchi prima maniera in “My sweet Lord”, “Jezebel” e “Passione”. Dal canto suo, Aznavour interpreta “Buon anniversario”, “Morire d’amore” e “Non lo scorderò mai”. Ospiti della trasmissione sono Piero Ciampi, un giovane cantante già noto con lo pseudonimo di Piero L’Italiano, che esegue “40 soldati, 40 sorelle” e “Tu no”, ed infine il celebre solista argentino di bandoneon Astor Piazzolla, interprete di “Nonnino mio”, “Amelita bal tar” e “Balada por un loco”.

Sesta puntata: sabato 31 luglio
Protagonisti: CATERINA CASELLI e PEPPINO DI CAPRI
È una serata importante per Caterina Caselli, sarà infatti l’arrivederci al pubblico a “dopo la cicogna”, il cui arrivo a casa sua è atteso per i primi giorni di dicembre (Filippo Sugar nascerà il 25 novembre 1971, ndr). Smentendo le voci di un definitivo abbandono, Caterina ha dichiarato che la sua rentrée nel mondo dello spettacolo è prevista al più tardi per la primavera del 1972. A “Senza rete”, la Caselli si esibisce, oltre che nel consueto pot-pourri di successi, in “Cry me a river”, un classico lanciato da Julie London, e in “Il tuo sorriso è amore”, libera versione del celeberrimo adagio di Albinoni. L’altro protagonista, Peppino Di Capri, diventato papà di Igor Luca a febbraio, sta attraversando una crisi matrimoniale (con la moglie Roberta Stoppa, alla quale aveva dedicato nel 1963 la famosissima “Roberta”) in fase culminante proprio nei giorni di registrazione in onda il 31 luglio. Per lui, la puntata di “Senza rete” registra una certa tendenza a tornare al genere classico, nel suo caso a quello napoletano, con brani – naturalmente rielaborati e modernizzati nella sua tipica tecnica “confidenziale” – come “Voce ‘e notte” e “Passione”. Ospite d’eccezione della puntata, Severino Gazzelloni, soprannominato il flauto d’oro. Per questa esibizione, il flautista ha scelto brani di Bach e Donizetti, pezzi adatti a un pubblico che non è composto di frequentatori di concerti.

Settima puntata: sabato 7 agosto
Protagonisti: DALIDA e GIANNI MORANDI
Le tre canzoni proposte da Dalida sono “La colpa è tua”, “Non è più la mia canzone” e “Darla dirla dada”, il pot-pourri comprenderà invece “Bang bang”, “Mama” e “Dan dan dan”. Gianni Morandi interpreta “Ho visto un film” (che è la ballata eseguita anche da Joan Baez per “Sacco e Vanzetti”), “Che cosa c’è” di Gino Paoli e “Com’è grande l’universo” (presentata anche all’ultimo Cantagiro), Nel consueto pot-pourri figurano “Occhi di ragazza”, “Se perdo anche te” e “Scende la pioggia”. Interviene allo spettacolo il trombonista americano Slide Hampton che esegue “Night never comes”, un brano di ispirazione afro-cubana da lui stesso scritto e arrangiato. Presentato dall’attore Achille Millo, che recita alcune sue poesie in italiano, si esibisce quindi in alcune sue delicate composizioni Leo Ferré, “padre” dei più noti cantautori d’oltralpe. Gli altri ospiti della puntata sono Fausto Cigliano e Mario Gangi che presentano due classici motivi napoletani, “Chiove” e “Furturella”.

Ottava ed ultima puntata: sabato 14 agosto
Protagonisti: MINO REITANO e CARMEN VILLANI
L’ultima puntata di “Senza rete” 1971 è in gran parte dedicata a Napoli. Mino Reitano è reduce dalla vittoria al Disco per l’estate di due mesi prima con “Era il tempo delle more”. Entrambi gli artisti cantano alcuni dei loro motivi più popolari, mentre arrivano da Napoli (dove peraltro si registra la trasmissione) gli altri ospiti come Mirna Doris, Tony Astarita, Gloria Christian e Sergio Bruni. È una passeggiata canora attraverso la Napoli che canta di tutti i tempi. Ecco dunque “I te vurria vasà”, “Nuttate ‘e sentimiento”, “Munasterio ‘e Santa Chiara”. Altri ospiti: Peppino Principe e Peppino Gagliardi. Principe, che è uno dei più grandi fisarmonicisti del mondo, è accompagnato dall’orchestra diretta da Pino Calvi in una fantasia di motivi tratti dall’opera di Gershwin. Gagliardi è reduce dal secondo posto al Disco per l’estate con “Sempre, sempre”. Mino Reitano si presenta anche in una veste insolita, quella di violinista, strumento che studiò quando era ancora in Calabria e che poi abbandonò con i primi successi canori.

La foto della settimana

Ancora un ricordo per la grande Raffaella Carrà. Dopo la fortunatissima edizione di Canzonissima ’70, accanto a Corrado, i due conduttori sono confermati anche per un’altra edizione da record del popolare torneo canoro di fine anno. Intanto, durante l’estate, Raffaella conduce alla radio ogni sabato alle 12,30, il programma “Week-end con Raffaella”, con la regia di Cesare Gigli (1941-2018), figlio del noto autore e presentatore radiofonico Silvio Gigli (1910-1988). (Foto da Radiocorriere TV)