testata
Archivio Editoriali - 30 Novembre 2019
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANZONISSIMA 1969 SECONDA FASE.... E L'ULTIMO SALUTO AD ANTONELLO FALQUI

Cari amici, riprendiamo oggi il discorso su Canzonissima 1969, condotta da Johnny Dorelli e Raimondo Vianello con le Gemelle Kessler. Nelle scorse settimane vi abbiamo raccontato delle prime 8 puntate, questa sera vi parliamo delle puntate n. 9, 10 e 11, relative alla seconda fase della manifestazione. Sono rimasti in gara 24 cantanti, che si sfidano, otto per puntata, per poter superare il turno e accedere in 12 alle semifinali quando dovranno proporre una canzone inedita.

SABATO  22  NOVEMBRE (Nona puntata)
Little Tony (Non è una festa)
Orietta Berti (L’altalena)
Rosanna Fratello (Non sono Maddalena)
Sergio Endrigo (1947)
Massimo Ranieri (‘O sole mio)
Robertino (Contenta tu, contento anch’io)
Milva (Se piangere dovrò)
Mal (Occhi neri)

SABATO  29  NOVEMBRE (Decima puntata)
Sylvie Vartan (Abracadabra)
Nino Ferrer (Donna Rosa)
Al Bano (Pensando a te)
Patty Pravo (Ballerina ballerina)
Marisa Sannia (La playa)
Gianni Morandi (Non voglio innamorarmi più)
Carmen Villani (Se)
Rita Pavone (Dimmi ciao, bambino)

SABATO  6  DICEMBRE  (Undicesima puntata)
Tony Astarita (La paloma)
Dalida (Nel 2023)
Jimmy Fontana (Mille amori)
Domenico Modugno (Vecchio frack)
Mario Tessuto (Nasino in su)
Shirley Bassey (Concerto d’autunno)
Claudio Villa (Ti voglio tanto bene)
Nada (L’anello)

Passano il turno: Al Bano, Tony Astarita, Orietta Berti, Rosanna Fratello, Little Tony, Domenico Modugno, Gianni Morandi, Milva, Nada, Massimo Ranieri, Marisa Sannia e Claudio Villa.

I 12 cantanti rimasti in gara avrebbero dovuto esibirsi con canzoni inedite nelle due puntate del 13 e del 20 dicembre (6 per puntata). Ma il lutto nazionale per il tragico attentato di piazza Fontana a Milano, fa saltare la puntata del 13, e dunque si esibiranno tutti e 12 nella puntata del 20 dicembre. Ne parleremo nelle prossime settimane.

E ricordiamo infine un grande della televisione italiana, che era regista proprio di quella edizione di Canzonissima che stiamo rivivendo. Il 15 novembre scorso ci ha lasciato Antonello Falqui, tra i pionieri della televisione italiana (era entrato in RAI nel 1952), che raggiunse la popolarità come regista de “Il Musichiere”, celeberrimo gioco televisivo condotto da Mario Riva in onda dal 1957 al 1960.

Dirige 4 edizioni di Canzonissima (1958, 1959, 1968 e 1969), altrettante di “Studio Uno”, e poi “Teatro 10” e “Milleluci”, avvalendosi della collaborazione di Guido Sacerdote. E abbiamo citato solo alcune delle sue trasmissioni televisive, visto che Falqui è stato attore e regista di decine e decine di varietà televisivi.

Il mondo dello spettacolo piange così Antonello Falqui, considerato il padre del varietà, che – come dice il messaggio apparso su Facebook e Twitter – all’età di 94 anni, “è partito per un lungo lungo lungo viaggio”. Ciao, Antonello!