testata
Archivio Editoriali - 3 Luglio 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

IL NUOVO MORANDI. PAOLO MENGOLI VINCE IL GIRONE B DEL CANTAGIRO.

Cari amici, quarant’anni fa era in pieno svolgimento la nona edizione del Cantagiro. Come abbiamo già detto, la novità di questa edizione è l’abolizione della gara per i big (girone A, gli italiani, e girone C, gli stranieri). La gara è soltanto per i 24 giovani del girone B, mentre per il girone A ci penserete voi, amici di 45mania, partecipando al nostro sondaggio che tra un paio di settimane decreterà il vincitore del Cantagiro 1970.

E parliamo di giovani. Qui ci limitiamo a citare i primi dieci classificati che si sono esibiti nelle serate finali di Recoaro Terme il 10 e 11 luglio. Il decimo posto è per Paola Battista, che sarà in gara anche al Festivalbar con la stessa canzone (Hai bruciato il mio cuore, cover di un pezzo dei Troggs). Poi, risalendo la classifica, ecco Jordan con la cover di The colour of my love, in italiano Il colore dell’amore. Ottavo Gianni D’Errico, settima Giovanna, ancora poco conosciuta, con Canne al vento.

Sesto posto per Armando Savini con Buttala a mare, quinta Farida con Pensami stasera, quarto Guido Renzi che, con Tanto cara, tenta senza riuscirci di bissare il successo dell’anno precedente Amica mia.

Terzo posto per Gianni Farano, in gara con la cover di It’s five o’clock degli Aphodite’s Child, in italiano Quasi le sei. Secondo Gianni Nazzaro con Maria Maria. Il giovane cantante napoletano, che aveva iniziato la sua carriera con il nome d’arte di Buddy, imitando i suoi colleghi più famosi, è ancora in attesa dell’occasione giusta che si presenterà soltanto a Saint Vincent nel 1972, quando vincerà il Disco per l’estate con Quanto è bella lei.

Vince il girone B del Cantagiro 1970, Paolo Mengoli. Nato a Bologna nel 1950, Mengoli aveva vinto (insieme a Rosalba Archilletti) il Festival di Castrocaro del 1968, e l’anno successivo aveva superato la fase eliminatoria del Disco per l’estate con la sua canzone più nota, Perchè l’hai fatto. Mengoli si aggiudica la vittoria con Mi piaci da morire, una canzone che ricorda vagamente Ma chi se ne importa di Gianni Morandi. Ed anche nella voce e nel modo di cantare è ravvisabile qualche somiglianza tra Mengoli e il ragazzo di Monghidoro.

E mentre i 46 partecipanti del Cantagiro si esibiscono ogni sera nelle piazze italiane, alla radio c’è un debutto eccellente, sta per cominciare infatti una nuova trasmissione destinata a diventare un appuntamento irrinunciabile per tutti i giovani che tornano da scuola. Il 7 luglio 1970, alle 12,35, gli annunciatori di via Asiago in Roma leggono il comunicato dello sponsor che invita all’ascolto del programma, e subito dopo parte la sigla Rock the around the clock, eseguita dall’orchestra di James Last. Inizia così una delle trasmissioni radiofoniche più seguite di tutti i tempi: “Alto gradimento”, di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni.

La TV propone il 5 luglio un incontro con Bruno Lauzi, definito dal Radiocorriere TV nella scheda di presentazione del programma, “uno dei più dotati cantautori italiani. Sono in molti a riconoscergli una autentica vena poetico-musicale: chi non ricorda motivi come Ritornerai, Viva la libertà, Arrivano i cinesi, Garibaldi blues, Il poeta, Margherita? Questa sera, tra una canzone e l’altra, racconterà la sua vita e riceverà la visita di altri cantanti famosi come Lucio Battisti, Patty Pravo, Mal, Piero Focaccia ed Edoardo Bennato”.

Il 7 luglio si conclude con la tredicesima puntata della seconda serie “Speciale per voi”, condotto da Renzo Arbore. La trasmissione si congeda dal pubblico con una puntata registrata in esterni a Perugia, nella celebre Sala dei Notari, cornice ideale per l’esibizione di un complesso artistico di alto livello, quello dei Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, che eseguono musiche di Vivaldi e Tartini. Nel campo della musica leggera l’ospite di richiamo è Massimo Ranieri con la canzone del Cantagiro Le braccia dell’amore. Inoltre, si esibiscono tre complessi: Le Orme, Gli Showmen e The Wallace Collection (questi ultimi belgi di origine fiamminga).

E ancora il 7 luglio, inizia alla radio il ciclo di vetrine di presentazione delle canzoni dai concorsi per invito ENAL. Con il titolo “Le nuove canzoni”, andranno in onda a rotazione, nel corso di quattro appuntamenti settimanali, 52 nuove composizioni di autori italiani, registrate dalla RAI e mai commercializzate su disco.

Intanto, nei 38.000 juke-box italiani, il patron Vittorio Salvetti ha fatto inserire i dischi in gara al Festivalbar, mentre a Capri si sta allestendo la diciottesima edizione del Festival di Napoli. Ma queste sono altre storie, e ne parleremo nelle prossime settimane.

Ora torniamo al Cantagiro per ricordarvi che potete continuare a votare per le canzoni del girone A e stabilire così per la prima volta una classifica delle 13 canzoni in gara. 

E allora, votate, votate, votate...

... e buona settimana a tutti!

LE NEW ENTRY DELLA SETTIMANA

Un altro anno si è aggiunto sulle possenti spalle di 45 Mania. Siamo ad otto che, vi assicuro, non sono affatto pochi per un sito come il nostro. Se penso che quando ho iniziato, per gioco, questa iniziativa avevo 42 anni ed oggi ho sfondato la soglia dei cinquanta, mi vengono i brividi. Personalmente vengo fuori da un anno non proprio facile. Il terremoto, le difficili fasi del "dopo" e (non ridete) la scomparsa del mio amico a quattro zampe Pieretto, che da quel nefasto 21 dicembre 2009, continua ad essere presente solo nel mio cuore ed a margine di queste poche righe. Ciò nonostante, ho sempre cercato di non mancare al nostro appuntamento del sabato e quando ciò è accaduto vi assicuro che non avevo proprio la possibilità per lavorare all'aggiornamento del sito. Ovviamente in questa piacevole fatica sono al mio fianco le altre due colonne portanti di 45 Mania: Fiorenzo Pampolini e Gianluca Barezzi che, settimana dopo settimana, hanno contribuito a far crescere questo piccolo lavoro, nato unicamente grazie ad una smodata passione e lontano anni luce da qualsiasi benché minimo profitto.  E' stato un anno difficile, ma (come spesso accade) anche nelle fasi più negative ci sono sempre piccoli spiragli di luce. Ed allora non posso non ricordare la particolare soddisfazione provata quando ho scoperto che nell'ultimo bellissimo libro di Don Backy c'eravamo anche noi di 45 Mania, oppure la grande gioia provata all'uscita del libro del caro amico Fiorenzo Pampolini. E così come pure la vicinanza, che sempre gli amici di Radio Elleuno e in particolare il Direttore Alfio Vinci ed il suo strettissimo collaboratore ed amico Antonio Blanco, hanno volto far sentire. E ancora non posso non ricordare Claudio Tosato che nei mesi scorsi ha voluto curare e pubblicare una piccola disquisizione sul disco per juke-box veramente molto interessante. Infine, grazie a tutti voi che settimanalmente dedicate un po' del vostro tempo alla visita delle pagine di 45 Mania e che avete fatto avvicinare il nostro contatore ai 45.000 contatti unici (oltre 200.000 contatti multipli). Perché, alla fine, quel piccolo numeretto segnato sul contatore delle visite in constante e continuo incremento, è parte essenziale di quel carburante che ci spinge sempre e comunque ad andare avanti perchè inconfutabile testimone che il nostro lavoro viene apprezzato da qualcuno che ha la nostra stessa "malattia".

I 45 Maniaci che curano questo sito, ce l'hanno veramente messa tutta per festeggiare il compleanno del sito. Abbiamo cercato di mettere in rete un numero veramente speciale: l'Editoriale di Fiorenzo Pampolini, una nuova scheda dedicata al Festival di Sanremo - questa volta è di scena il 1956 - sempre curata da Fiorenzo, la seconda parte del sondaggio sul Cantagiro, le consuete New-Entry ed il grande regalo di Gianluca Barezzi che ha incontrato (è il caso di dirlo) in esclusiva per 45 Mania il Maestro Giampiero Boneschi, che oltre ad essere un musicista eccezionale (nel senso più ampio possibile del termine), è stato anche un protagonista della stagione d'oro del 45 giri, avendo ricoperto per ben dieci anni il ruolo di condirettore artistico della Dischi Ricordi.