testata
Archivio Editoriali - 3 Aprile 2021
a cura di Fiorenzo Pampolini

EUROFESTIVAL 1971. MASSIMO RANIERI A DUBLINO CON "L'AMORE E' UN ATTIMO"

Cari amici, esattamente 50 anni fa, il 3 aprile 1971, Massimo Ranieri, vincitore di “Canzonissima” era a Dublino a rappresentare l’Italia al Gran Premio Eurovisione della Canzone. Il festival europeo si svolge in Irlanda, in virtù del primo posto conquistato nel 1970 ad Amsterdam dalla giovanissima irlandese Dana.

Dei diciotto interpreti concorrenti (ognuno in rappresentanza di un Paese diverso), il più conosciuto è forse proprio Massimo Ranieri, il cui volto, per via delle numerose esibizioni televisive (come cantante) e cinematografiche (come attore), ha già fatto il giro d’Europa.

Alla vigilia di Natale 1970, Ranieri era apparso in Eurovisione con Josephine Baker, Peter Ustinov, Juliette Gréco nel gala dell’UNICEF; quasi contemporaneamente il film “Metello”, premiato a Cannes, di cui è protagonista, è stato programmato nelle sale di lingua inglese. Dopo la vittoria di Canzonissima, l’interprete di “Vent’anni” ha preso parte ad un paio di show realizzati dalla televisione spagnola, ed in febbraio è stato ospite a Cannes del supergala allestito in occasione del Midem e trasmesso in parecchi Paesi.

Il cantante napoletano, che compie vent’anni il 3 maggio, si è fatto confezionare dai suoi autori preferiti, Polito, che dirigerà anche l’orchestra, Savio e Bigazzi, la canzone “L’amore è un attimo”. Si tratta della terna che ha composto i maggiori successi di Ranieri, ossia “Se bruciasse la città”, “Sogno d’amore” e “Vent’anni”, brano quest’ultimo con il quale il vincitore di “Canzonissima” ha venduto nella sua carriera il maggior numero di dischi, circa 700mila copie.

Ma veniamo allo svolgimento dell’Eurofestival. Il Gran Premio Eurovisione 1971 è preceduto in tutta Europa da una serie di passerelle nel corso delle quali vengono presentate in anteprima le canzoni in gara. In Italia, le due passerelle vanno in onda rispettivamente il 26 e il 30 marzo in seconda serata sul Secondo Programma TV.

Per la decima volta è Renato Tagliani a commentare per l’Italia sui teleschermi il torneo canoro internazionale. La giuria in rappresentanza di tutti i Paesi partecipanti funzionerà a Dublino e sarà formata per ogni nazione da due telespettatori (di cui uno al di sopra dei 25 anni). Alcuni Paesi hanno scelto personaggi già noti, la RAI ha preferito designare due ragazze romane che non hanno avuto finora esperienze televisive: Eleonora Manzolin, interprete e conoscitrice di ben 5 lingue, e Margherita Giobbi, aspirante giornalista. Le due giurate non possono votare per Ranieri in quanto il regolamento prevede che non si possa votare per il cantante del proprio Paese.

Ed ecco l’elenco dei Paesi partecipanti, con i relativi cantanti e canzoni, in ordine di classifica a partire dal 18esimo ed ultimo posto.

18. MALTA: Joe Grech, “Marija Maltija”, punti 52
17. NORVEGIA: Hanne Krogh, “Lykken er”, punti 65
16. AUSTRIA: Marianne Mendt, “Musik”, punti 66
14. ex aequo BELGIO: Jacques Raymond e Lily Castel, “Groelemorgen, morgen”, punti 68
14. ex aequo JUGOSLAVIA: Kruno Slabinac, “Tvoj dječak je tužan”, punti 68
13. LUSSEMBURGO: Monique Melsen, “Pomme, pomme, pomme”, punti 70
12. SVIZZERA: Peter, Sue & Marc, “Les illusions des nos vingt ans », punti 78
11. IRLANDA: Angela Farrell, « One day love”, punti 79
10. FRANCIA: Serge Lama, “Un jardin sur la terre”, punti 82
9. PORTOGALLO: Tonicha, “Menina do alto da serra”, punti 83
8. FINLANDIA: Markku Aro & Koivistolaiset, “Tie uuteen päivään”, punti 84
6. ex aequo PAESI BASSI: Saskia & Serge, “Tijd”, punti 85
6. ex aequo SVEZIA: Family Four, “Vita vidder”, punti 85
5. ITALIA: Massimo Ranieri, “L’amore è un attimo”, punti 91
4. REGNO UNITO: Clodagh Rodgers, “Jack in the box”, punti 98
3. GERMANIA OVEST: Katja Ebstein, “Diese Welt“, punti 100
2. SPAGNA: Karina, “En un mundo nuevo”, punti 116
1. PRINCIPATO DI MONACO: Séverine, “Un banc, un arbre, une rue”, punti 128

Vince dunque il Principato di Monaco al quale sarebbe così andato l’onere di organizzare l’edizione successiva, ma non trovando un luogo adeguato, l’Eurofestival 1972 fu organizzato dal Regno Unito ad Edimburgo.

Ed anche per oggi ci fermiamo qui. A tutti voi che ci seguite, i nostri migliori auguri di Buona Pasqua, e appuntamento alla prossima settimana.

La foto della settimana

50 anni fa: Massimo Ranieri, vent’anni ancora da compiere, in attesa di partire per Dublino dove rappresenterà l’Italia al Gran Premio Eurovisione della Canzone in onda il 3 aprile 1971 (foto Radiocorriere TV)