testata
Archivio Editoriali - 27 Novembre 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

INEDITI DI IERI E OGGI. DA CANZONISSIMA A X-FACTOR

Cari amici, martedì scorso si è conclusa la quarta edizione di “X Factor”, che nell’ultima fase, ha presentato gli inediti dei quattro semifinalisti. E 40 anni fa, anche “Canzonissima” stava per entrare nella sua fase semifinale, con i 12 interpreti che portavano in gara la loro canzone inedita.

Iniziamo proprio dal torneo canoro del 1970, che stiamo rivivendo con il nostro sondaggio, settimana dopo settimana. Gli inediti che i 12 cantanti rimasti in gara dovranno presentare nelle due puntate del 12 e del 19 dicembre, sono particolarmente importanti, non solo per gli interpreti che devono guadagnarsi un posto nella finalissima del 6 gennaio, ma anche, direi soprattutto, per i discografici, il cui obiettivo è quello di ripopolare la Hit Parade di canzoni italiane.

Nelle classifiche di questo periodo sono ancora presenti diversi singoli di produzione straniera, (si veda più avanti la Hit Parade del 26 novembre 1970), e quindi c’è grande attesa per le nuove canzoni dei protagonisti di “Canzonissima”.

Nessuno degli interpreti concorrenti ha nascosto le sue preoccupazioni nella scelta, poiché sbagliare pezzo a “Canzonissima” significa buttare all’aria un’occasione d’oro. Non per niente sono state mobilitate firme popolari come Mario Panzeri, Daniele Pace, Franco Migliacci, Giancarlo Bigazzi.

Vedremo nelle prossime settimane i 12 titoli scelti per la semifinale, mentre su un altro fronte, quello di Sanremo, i discografici hanno iniziato a lavorare per la più prestigiosa ribalta della produzione inedita italiana. Dall’ultima edizione, intanto, il Festival della Riviera dei Fiori, è stato posticipato di un mese (dalla fine di gennaio alla fine di febbraio), proprio per consentire maggiori possibilità di vendite ai 45 giri con gli inediti di “Canzonissima”.

Ma ecco la Hit Parade del 26 novembre 1970.

 1. Anna - Lucio Battisti (Ricordi)
 2. Neanderthal man  - Hotlegs (Fontana)
 3. Spring, summer , winter and fall – Aphrodite’s Child (Mercury)
 4. L’appuntamento - Ornella Vanoni (Ariston)
 5. Al bar si muore - Gianni Morandi (RCA)
 6. Girl I’ve got news for you – Mardi Gras (Map City)
 7. Io e te da soli – Mina (PDU)
 8. Sogno d’amore – Massimo Ranieri (CGD)
 9. Fly me to the earth – Wallace Collection (EMI)
10. In the summertime – Mungo Jerry (Pye)

Con un balzo in avanti di 40 anni, ritroviamo in TV una nuova gara che si conclude con la presentazione di canzoni inedite. Avrete capito che stiamo parlando di “X Factor”, giunto alla sua quarta edizione. Il talent-show di Raidue ha promosso in semifinale quattro nomi: Davide, i Kymera, Nathalie e Nevruz.

Per Davide, Francesco Renga insieme a Chiaravalle ha composto Il tempo migliore, una canzone di facile presa che probabilmente ascolteremo spesso nei prossimi mesi alla radio. Più difficile poteva sembrare la scelta di Nathalie che fatto ascoltare un pezzo di sua composizione dal titolo In punta di piedi. In realtà, la sua canzone le ha consentito di aggiudicarsi la vittoria, grazie anche ad un mirabile duetto con Skin degli Skunk Anansie.

Bungaro ha scritto Tra l’amore e il male per Nevruz, animale da palcoscenico ma ancora da verificare, a mio avviso, la sua vera anima rock, mentre i Kymera, esclusi dalla finalissima, hanno gareggiato con un pezzo scritto dal loro giudice Enrico Ruggeri dal titolo Atlantide.

Fuori programma, abbiamo ascoltato anche l’inedito di Stefano (Vivrò), eliminato a un passo dalla semifinale, che ha commosso l’Italia per la grande sfida con sè stesso nel mettersi in gara davanti a milioni di telespettatori. Ad un primo ascolto, il pezzo di Stefano, composto da un grande autore come Maurizio Fabrizio, è apparso molto bello, grazie anche all’ottimo arrangiamento del maestro Lucio Fabbri.

Complimenti dunque alla vincitrice Nathalie, ma anche al secondo classificato Davide, che ha dimostrato capacità, grinta e voce da cantante navigato, nonostante i suoi 17 anni. Con l’augurio per entrambi di vederli al prossimo Festival di Sanremo. (A proposito, sembra che Gianni Morandi e il maestro Gianmarco Mazzi, organizzatori del 61esimo Festival, stiano riuscendo a portare sul palco dell’Ariston grandi nomi come Battiato e Vecchioni! Complimenti!).

Ma ora torniamo nell’epoca del 45 giri, per concludere anche questa settimana con l’invito per tutti voi a partecipare al nostro sondaggio su “Canzonissima” 1970.

E allora, cliccate sulla nuova scheda, scegliete la vostra coppia preferita di cantanti, e ...votate, votate, votate!