testata
Archivio Editoriali - 12 Settembre 2009
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANZONISSIMA 1969. 42 CANTANTI IN GARA 40 ANNI DOPO

Cari amici, 40 anni fa, il 27 settembre 1969, iniziava in TV il tradizionale appuntamento autunnale con lo spettacolo abbinato alla Lotteria di Capodanno, la mitica “Canzonissima”, che sarebbe tornata ogni sabato nelle nostre case dopo l’indimenticabile edizione del 1968, condotta da Mina, Walter Chiari e Paolo Panelli, che aveva fatto vendere oltre 11 milioni di biglietti della Lotteria, con un montepremi di 1 miliardo e 600 milioni di lire.

I presentatori e animatori della nuova edizione sono Johnny Dorelli, Raimondo Vianello e Le Gemelle Kessler. I testi sono di Terzoli, Vaime e Verde, l’orchestra è diretta da Bruno Canfora, le coreografie sono di Jack Bunch, i costumi di Corrado Colabucci, produttore esecutivo è Guido Sacerdote, regista Antonello Falqui. Lo scenografo Cesarini da Senigallia s’inventa un'atmosfera quasi lunare per il Teatro delle Vittorie a Roma (che ospita ogni settimana la trasmissione), le cui pareti sono interamente ricoperte da piccoli specchietti.

Il regolamento della gara prevede la partecipazione di 42 cantanti, esclusivamente solisti. Nonostante il grande successo dei complessi, la RAI li lascia fuori ancora una volta dal torneo musicale di fine anno. La gara si snoda su un percorso di 15 puntate, così articolato:

Prima fase
La prima fase della manifestazione consta di otto trasmissioni; alle prime sette prenderanno parte sei cantanti, che interpreteranno una canzone del loro repertorio degli ultimi anni. L’ottava trasmissione consiste nel ripescaggio dei sette cantanti che si sono classificati al quarto posto nelle trasmissioni precedenti e del cantante che ha ottenuto il maggior punteggio tra quelli classificatisi al quinto posto sempre considerando le prime sette puntate. Accedono alla seconda fase i primi tre classificati delle otto trasmissioni della prima fase, per un totale di 24 cantanti.

Seconda fase
La seconda fase consta di tre trasmissioni, nel corso delle quali i 24 cantanti rimasti in gara si esibiranno con una canzone diversa rispetto a quella proposta nella prima fase, contendendosi i 12 posti della terza fase.

Terza fase
La terza fase consta di due trasmissioni, nel corso delle quali i 12 cantanti rimasti in gara dovranno presentare una canzone inedita. I sei cantanti meglio classificati accedono alla fase finale.

Fase finale
La fase finale consta di due trasmissioni, nel corso delle quali saranno riproposte le sei canzoni finaliste. L’ultima serata, in onda il 6 gennaio 1970, eleggerà la “Canzonissima 1969”.

Il cast di “Canzonissima 1969” si compone dei più popolari interpreti della canzone italiana, con poche eccezioni. Mancano all’appello infatti Adriano Celentano, sul set del film “Pinocchiaccio”, diretto da Nelo Risi, Caterina Caselli, Gigliola Cinquetti, mentre all’ultimo minuto dà forfait Ornella Vanoni. Cinque sono i cantanti stranieri in gara, mentre Gianni Morandi, campione in carica (aveva vinto nell’edizione 1968 con “Scende la pioggia”) è indeciso fino all’ultimo sulla sua partecipazione alla gara, poi scioglie il dubbio sostenendo che era necessario difendere il suo scudetto di vincitore.

Nei giorni precedenti l’inizio della trasmissione, radio e TV iniziano a dedicare una striscia quotidiana a “Canzonissima 1969”, pochi minuti di lancio in onda alla radio alle ore 14, a cura di Silvio Gigli, e una breve vetrina alle ore 21, subito dopo “Carosello”, sul Nazionale TV.

Ed eccoci al 27 settembre. Sono da poco passate le 21, quando “Calimero”, il famoso pulcino nero, protagonista dell’ultimo spot del mitico “Carosello”, cede il video a Nicoletta Orsomando, decana delle annunciatrici televisive, che a sua volta, alle 21,15 in punto, passa la linea al Teatro delle Vittorie per la prima puntata di “Canzonissima 1969”. E subito parte la sigla di apertura, Quelli belli come noi, interpretata dalle gemelle Kessler.

I cantanti in gara nella puntata d’esordio sono sei.

DON BACKY                      Frasi d’amore
FAUSTO LEALI                   A chi
OMBRETTA COLLI               La mia mama
ROSANNA FRATELLO           La vita è rosa
SHIRLEY BASSEY               Chi si vuol bene come noi
LITTLE TONY                    Bada bambina

Le sei canzoni vengono sottoposte ad una prima votazione effettuata da giurie interne ed esterne (per queste ultime, sono stati ingaggiati i due presentatori viaggianti Gianni Boncompagni e Paolo Villaggio), mentre i telespettatori sono invitati a votare il loro artista preferito utilizzando le famose cartoline-voto abbinate ai biglietti della Lotteria.

L’unica a cantare dal vivo nella prima puntata è Shirley Bassey, e i voti delle giurie la premiano assegnandole il primo posto provvisorio al termine della trasmissione, ma si devono ancora fare i conti con le cartoline dei telespettatori. L’orario di chiusura era fissato per le 22,15, ma i tempi si allungano inevitabilmente, e soltanto intorno alle 23, i presentatori salutano con il solito invito per il pubblico (“Votate, votate, votate”), e subito dopo Johnny Dorelli canta la sigla di chiusura Domani che farai.

Ed anche noi, 40 anni dopo, chiudiamo il nostro appuntamento settimanale dicendovi...

                   VOTATE, VOTATE, VOTATE

Vogliamo mettere a confronto la classifica ufficiale dell’epoca, con il giudizio di oggi dei frequentatori del sito. Quali interpreti secondo voi meritano di passare alla seconda fase?

Votare è semplicissimo. Cliccate sul banner presente nella homepage del sito e scegliete la vostra canzone preferita. Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis.

I risultati ovviamente la prossima settimana.

Ed ecco i cantanti festeggiati.

Oggi e nei prossimi giorni spengono le candeline...

26 settembre: Bryan Ferry (64 anni), Farida (63), Olivia Newton-John (61), Alice (55)
27 settembre: Belen Thomas (50), Jovanotti (43), Avril Lavigne (25)
28 settembre: Ben E. King (71), Jennifer Rush (49), Antonella Arancio (35)
29 settembre: Nicola Di Bari (69), Junior Magli (65), Loretta Goggi (59), Raf (50)
30 settembre: Udo Jurgens (75), Renato Zero (59), Mau Cristiani (57); Leano Morelli (59), Youssou Dour (50), Samuele Bersani (39)
2 ottobre: Don Mc Lean (64), Romina Power (58), Sting (58)