testata
a cura di Fiorenzo Pampolini

HIT PARADE 1978. SUCCESSI E I NUOVI DISCHI DEL MAGGIO DI QUARANT'ANNI FA.

Cari amici, dopo alcune settimane nelle quali vi abbiamo fatto rivivere la prima fase di Un disco per l’estate 1968, facciamo oggi un balzo in avanti di 10 anni e andiamo a vedere la classifica dei 45 giri di fine maggio 1978.

Partiamo dalla posizione numero 8 dove troviamo i Bus Connection con “Guapa”. A dispetto del nome degli interpreti e del titolo del pezzo, si tratta di una composizione italiana di Gianni Boncompagni e del maestro Paolo Ormi che in quel periodo era la sigla della trasmissione televisiva “Discoring”. L’edizione del 1978, in onda dal 29 gennaio al 28 maggio, era condotta dallo stesso Boncompagni con Roberta Manfredi.

Al settimo posto, una delle più note canzoni di Francesco De Gregori, “Generale”. Il 45 giri era uscito in aprile tratto dall’album “De Gregori”. Sul retro di quel singolo, un pezzo un po’ fuori stagione dal titolo “Natale”.

Al sesto posto c’è Alan Sorrenti con un pezzo pop-disco dal titolo “Figli delle stelle”, tratto dall’album omonimo uscito nel 1977.

Quinta è Patty Pravo con “Pensiero stupendo”, un pezzo scritto da Ivano Fossati e Oscar Prudente. La canzone era stata composta 4 anni prima ed era già stata proposta a Loredana Berté che però la rifiutò preferendole un altro brano del duo Fossati e Prudente, ovvero “Per effetto del tempo”. Il contenuto sensuale e trasgressivo del testo fece pensare poi a Patty Pravo che ne fece uno dei suoi più grandi successi.

Al quarto e al terzo posto troviamo due sigle di cartoni animati, rispettivamente “Ufo Robot” di Actarus e “Heidi” di Elisabetta Viviani. La prima serie era arrivata in Italia il 4 aprile 1978 con la sua prima puntata introdotta da una presentazione di Maria Giovanna Elmi, e restò in onda fino al 1980. “Heidi” va in onda per la prima volta in Italia a febbraio del 1978, e il testo della canzone della sigla è scritto da un grande autore come Franco Migliacci.

Al secondo posto c’è Antonello Venditti con “Sotto il segno dei pesci”, tratto dall’album omonimo che risulta contestualmente al primo posto nella classifica dei 33 giri. Il nuovo LP è l’ottavo del cantante romano ed il primo uscito con l’etichetta discografica Philips dopo l’abbandono della RCA. Sul retro di quel 45 giri c’è un altro pezzo di grande successo, “Sara”, tratto dallo stesso album.

Al primo posto ci sono i Bee Gess con “Staying alive” dalla colonna sonora del film “La febbre del sabato sera” con John Travolta, uno dei film più noti della storia del cinema. I fratelli Gibb (alias i Bee Gees) incisero su un album tutte le canzoni del film. Questo LP, a fine maggio del 1978, risulta al terzo posto nella classifica italiana dei 33 giri, mentre è primo contemporaneamente negli Stati Uniti e in Inghilterra.

Intanto, si segnala l’uscita di alcuni album di artisti italiani. Fabrizio De André pubblica “Rimini”, il suo nono album in studio nel quale si distacca dagli chansonnier francesi come Brassens e si avvicina al folk europeo e americano e al pop. Il disco segna l’inizio della collaborazione del cantautore genovese con Massimo Bubola, coautore di tutti i brani.

Iva Zanicchi pubblica “Con la voglia di te”, ed anche se è ormai lontano il periodo di massimo splendore dell’aquila di Ligonchio, si cimenta con alcune canzoni tra il melodico e il confidenziale con qualche concessione al rock. La aiuta in questa avventura Cristiano Malgioglio, autore dei testi di alcune canzoni dell’album, che proprio nello stesso periodo incide anche un 45 giri come interprete, “Maledizione, io l’amo”.

I Ricchi e Poveri sono reduci da una poco fortunata partecipazione all’Eurofestival (dodicesimi con “Questo amore”). Il pezzo viene comunque scelto per dare il titolo ad un nuovo album di inediti e lo ritroveremo anche in gara al Festivalbar.