testata
Archivio Editoriali - 25 Settembre 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANZONI IN LAGUNA. LA MOSTRA INTERNAZIONALE DI MUSICA LEGGERA DI VENEZIA 1970 - PRIMA PARTE

Cari amici, rieccoci nuovamente insieme per riprendere il discorso sulla musica leggera del 1970. L’estate ormai si è definitivamente congedata, e, archiviati i tormentoni da spiaggia, l’industria discografica di 40 anni fa si appresta a lanciare la produzione autunnale.

A questo scopo, c’è un Festival specifico, organizzato dal grande patron Gianni Ravera. Nata come ennesima passerella di canzoni estive nel 1965, dal 1969 la Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia si sposta a settembre, e ad essa è dunque affidato il compito di proporre in anteprima le canzoni dell’autunno.

Nel 1970, la Mostra è alla sua sesta edizione, e si svolge in tre serate dal 17 al 19 settembre. La TV riprende soltanto la prima e la terza serata, per lasciare spazio il venerdì all’incontro finale di “Giochi senza frontiere”. Ne fanno le spese i giovani, che si esibiscono appunto nella seconda serata, e quindi i telespettatori possono vedere soltanto i quattro promossi alla finale di sabato.

I presentatori sono l’attore Giorgio Albertazzi, e l’annunciatrice televisiva Aba Cercato. Il cast dei big è particolarmente ricco di nomi prestigiosi della canzone italiana e internazionale. Come consuetudine per questo festival, la gara tra i big prevede l’assegnazione della “Gondola d’Oro” al 45 giri che vende il maggior numero di copie nei 12 mesi successivi allo svolgimento della manifestazione.

Per cui, in questa edizione, la “Gondola d’Oro” va a Georges Moustaki, campione di vendite tra i partecipanti all’edizione precedente con Lo straniero. Ma ecco l’elenco (in ordine alfabetico) dei big in gara, con la rispettiva canzone.

Los Aguaviva - Poetas andalces

Al Bano - Il suo volto, il suo sorriso

George Baker - Midnight

Christie - Yellow river

Gigliola Cinquetti - Il condor

Dalida - Darladirladadà

Michel Delpech - Cara Lisa

Riccardo Del Turco - Babilonia

I Dik Dik - Vivo per te

Pino Donaggio - Concerto per Venezia che muore

Johnny Dorelli - L’inno alla gioia

Sergio Endrigo - L’oriente

Gipo Farassino - Quando lei arriverà

Rosanna Fratello - Io canto per amore

Little Tony - Amore e falsità

Gianni Morandi - Al bar si muore

Georges Moustaki - Requiem per non si sa chi

Mungo Jerry - In the summertime

Irene Papas - La soglia

Patty Pravo - La solitudine

Massimo Ranieri - Sogno d’amore

I Ricchi e Poveri - Primo sole, primo fiore

Amalia Rodriguez - La casa in via del Campo

Sandie Shaw - Batti cuore mio

Sheila - Adios amor

Bobby Solo - Ieri sì

Caterina Valente - America, America

The Wallace Collection - Walk on out

Ornella Vanoni - L’appuntamento

I giovani in gara sono 19, e si esibiscono nella seconda serata, ovvero quando la RAI non riprende l’evento. Potete trovare l’elenco completo dei giovani, con la rispettiva canzone presentata, nel mio libro “Festival”. Per questa categoria della Mostra, va sottolineato che il concorso si rivela una sorpresa, in quanto tutti i favoriti della vigilia (Giovanna, Claudio Baglioni, Tihm e Lionello) vengono bocciati dalle giurie.

Passano invece il turno:

I Computers - Bella

Donatello - Malattia d’amore

Maurizio e Fabrizio - Come il vento

Fabio Trioli - Presto

Riprenderemo il discorso sulla Mostra di Venezia 1970 sabato prossimo, anticipando la classifica dei primi tre singoli fra i 45 giri in gara nella sezione big. Vedremo inoltre chi fra i quattro giovani si aggiudicò la “Gondola d’Argento” e parleremo inoltre di alcuni artisti e canzoni degni di nota.

Appuntamento dunque a sabato prossimo!