testata
Archivio Editoriali - 25 Luglio 2020
a cura di Fiorenzo Pampolini

SENZA RETE 1970. PROMOSSA AL SABATO SERA LA TERZA EDIZIONE DEL VARIETA' DI ENZO TRAPANI

Cari amici, il 27 giugno 1968 aveva preso il via un nuovo spettacolo televisivo dal titolo “Senza rete”, autore Giorgio Calabrese, orchestra diretta da Pino Calvi. Trasmesso dall’auditorium RAI di Napoli, l’appuntamento estivo con musica dal vivo è andato in onda per otto estati consecutive, e dal 1970, in virtù degli ascolti elevati (18 milioni di telespettatori) è stato promosso a varietà del sabato sera.

Lo spettacolo musicale nasce dall’originalità e dal talento per la regia di Enzo Trapani, che ha diretto cinque edizioni del programma, affiancato nel 1969 da Stefano De Stefani, che lo sostituirà definitivamente dal 1973. La formula prevede che i cantanti si esibiscano rigorosamente dal vivo, senza la rete del play-back (da qui il titolo del programma).

E veniamo all’edizione di 50 anni fa, 1970. A differenza dei cicli precedenti (1968 e 1969), con protagonista unico in ciascuna puntata, questa volta lo spettacolo affianca due personaggi popolari della musica leggera. Il conduttore delle sei puntate è il maestro Enrico Simonetti.

La prima puntata va in onda sabato 20 giugno, ed ha come protagonisti Mina ed Enzo Jannacci. Mattatori della seconda puntata sono Iva Zanicchi e Domenico Modugno. La Zanicchi propone alcuni brani noti del suo repertorio, come “L’arca di Noè”, presentata all’ultimo Festival di Sanremo, e canzoni nuove come “Fiume amaro” che appartiene ad un 33 giri dedicato interamente alle canzoni del compositore greco Mikis Theodorakis.

In parallelo, Modugno ha scelto motivi noti del suo repertorio e propone anche una fantasia di suoi successi: “Ma come hai fatto” (il pezzo che lo rilanciò a Canzonissima), “Cavallo cieco della miniera” e “Tu si’ na cosa grande” (brano col quale vinse l’edizione 1964 del Festival di Napoli). Ospite della puntata, Patty Pravo con il suo ultimo successo scritto per lei da Lucio Battisti, “Per te”.

Un’altra coppia di successo è quella dei due cantanti protagonisti della terza puntata, in onda il 4 luglio, ovvero Dalida e Little Tony, i quali approfittano dell’occasione per lanciare le loro canzoni dell’estate. La cantante italo-francese, reduce da un cambio di casa discografica, terrà a battesimo “La mia vita è una giostra”, mentre Little Tony presenterà in anteprima “Cuore ballerino”. Ospite della settimana, l’attore Enrico Montesano.

La quarta puntata va in onda dopo due settimane di sospensione per lasciare spazio alle finali rispettivamente del Cantagiro (11 luglio) e del Festival di Napoli (18 luglio), due manifestazioni delle quali vi abbiamo parlato nelle scorse settimane. “Senza rete” torna dunque in onda il 25 luglio, con i mattatori Milva e Nino Ferrer. La cantante-attrice-soubrette esordisce con tre canzoni: “Iptissam”, “Mon Dieu” (tratta dal repertorio di Edith Piaf alla quale la diva di Goro ha dedicato poco tempo prima un 33 giri) e “Qualcosa di mio” (dalla rivista “Angeli in bandiera” che la vide primadonna nella scorsa stagione accanto a Bramieri).

Ferrer dal canto suo interpreta “Agata”, “Un giorno come un altro” e “Io, tu e il mare” (la sua più recente incisione). Ospiti della puntata Raffaella Carrà, Mario Gangi e Fausto Cigliano. Milva e Ferrer infine si passano il microfono per la fantasia dei loro successi: “Aveva un cuore grande” e “Donna Rosa”, “Se piangere dovrò” e “Il telefono”, “Little man” e “La pelle nera”.

I protagonisti della puntata del 1° agosto sono Ornella Vanoni e Charles Aznavour. Lo spettacolo si apre con un motivo del cantautore franco-armeno, “Après l’amour”, interpretato in francese da Ornella e in italiano da Aznavour. Quindi ciascuno presenta i suoi successi. La Vanoni: “Una ragione di più”, “Sono triste”, “Mi sono innamorata di te”, “Tristezza”, “Finisce qui”, “Eternità”. Charles Aznavour: una fantasia che comprende fra l’altro “Tu t’laisses aller”, “L’istrione”, “Désormais”, “Ed io tra di voi”. Ospiti della puntata il Quartetto Cetra e Gianni Morandi, reduce da un banale incidente a Roma che gli ha procurato una dolorosa distorsione a una caviglia.

La sesta ed ultima puntata va in onda sabato 8 agosto, i suoi mattatori sono Mireille Mathieu e Johnny Dorelli. La celebre vedette francese canta “Quand tu t’en iras”, “Non pensare a me”, “La première etoile”, “Scusami se”, “Oui”, “Je crois”, “Vivere per te”. Dorelli canta “Chiedi di più”, “Castelli di sabbia”, “Arriva la bomba”, “Non è più vivere”, “Domani non ci sono”, “L’immensità” e “Non mi innamoro più”, quest’ultima in coppia con Catherine Spaak trattandosi di un brano della commedia musicale “Promesse promesse”, che li ha visti nella passata stagione, brillanti protagonisti in teatro. Ospiti della puntata l’attore Alberto Lupo e il cantante Peppino Gagliardi.