testata
Archivio Editoriali - 25 Aprile 2020
a cura di Fiorenzo Pampolini

LE CANZONI DI UN DISCO PER L'ESTATE 1970 - PRIMA PARTE

Cari amici, riprendiamo il discorso sulla settima edizione di Un disco per l’estate, che avevamo iniziato due settimane fa, a 50 anni dall’inizio delle relative passerelle radiofoniche. Le canzoni in gara avrebbero dovuto essere 56, come nelle precedenti due edizioni, ma saranno in realtà 54, in quanto due grandi case discografiche (la RCA e la Ri.Fi Record) rinunciano ad uno dei tre posti disponibili.

Per la Ri.Fi Record, avrebbe dovuto partecipare Iva Zanicchi che però non trova la canzone giusta e dunque dà forfait prima dell’inizio della promozione radiofonica. Si parte dunque alla radio il 12 aprile 1970. Come tradizione da qualche anno, la sigla è un arrangiamento strumentale della canzone vincitrice dell’edizione precedente, e dunque ogni trasmissione si apre e si chiude sulle note di “Pensando a te” di Al Bano, vincitore dell’edizione 1969.

Prima della sigla finale, gli speakers di Radio Rai leggono diligentemente il seguente annuncio: “Anche quest’anno, inviando una cartolina postale col vostro nome, cognome, indirizzo e il titolo della canzone da voi preferita a “Un disco per l’estate”, Casella Postale, 400 – Torino, entro le ore 12 del 29 maggio, non soltanto potrete contribuire a fare entrare la canzone nelle finali di Saint Vincent, ma concorrerete all’estrazione di 5 automobili Innocenti Mini Minor MK3, messe in palio fra tutti coloro che avranno inviato le cartoline stesse”.

Ma vediamo ora l’elenco delle 54 canzoni in gara, suddivise per casa discografica. Iniziamo dalle etichette più grandi, quelle che hanno diritto ad iscrivere alla manifestazione tre cantanti, anche se, come abbiamo già detto, RCA e Ri.Fi Record portano in gara solo due artisti.

CGD
Johnny Dorelli (“Chiedi di più”, di Pallavicini-Soffici)
Caterina Caselli (“Spero di svegliarmi presto”, di Mogol-Lavezzi)
Renato dei Profeti (“Lady Barbara”, di Bigazzi-Savio)

La CGD punta dunque su due “cavalli di razza”, come Dorelli, che alterna la canzone con spettacoli teatrali e televisivi, e Caterina Caselli, reduce da un Sanremo non troppo fortunato. L’outsider è Renato Brioschi, già voce solista dei Profeti, che ha deciso di tentare la carriera da solista.

DURIUM
Isabella Iannetti (“Il mare in cartolina”, di Argenio-Conti-Cassano)
I Nuovi Angeli (“Color cioccolata”, di Mogol-Angiolini)
Mario Zelinotti (“Dove andranno le nuvole”, di Beretta-Intra)

Tre nomi ormai noti al grande pubblico: la Iannetti è presenza costante al Disco per l’estate dal 1965 (anche se questa sarà la sua ultima partecipazione), i Nuovi Angeli sono in gara con un classico motivo balneare, anche se il loro più grande successo arriverà nell’edizione successiva, Zelinotti si era fatto conoscere in un paio di Sanremo in coppia con Little Tony.

FONIT CETRA
I New Trolls (“Una nuvola bianca”, di D’Adamo-De Scalzi-Di Palo)
Gipo Farassino (“Non devi piangere Maria”, di Farassino)
Daniel (“Brucia brucia”, di Lauzi-Balsamo)

I New Trolls si erano rivelati al Disco per l’estate due anni prima con “Visioni”. Farassino, cantante piemontese prima conosciuto solo nella sua regione, aveva avuto successo nazionale nel 1969 con “Avere un amico” e ci riprova partecipando ad una grande manifestazione. Il nome nuovo è quello di Daniel, una meteora che, nonostante gli venga affidata una canzone composta da Bruno Lauzi e Umberto Balsamo, non supera neppure la fase eliminatoria.

ARISTON
Mino Reitano (“Cento colpi alla tua porta”, di Lauzi-Reitano)
Tony Astarita (“Ho nostalgia di te”, di Palomba-Aterrano)
Rosanna Fratello (“Una rosa e una candela”, di Argenio-Conti)

Sono tre artisti in cerca di conferme, che si erano rivelati negli ultimi anni con i loro primi successi. Reitano debutta al Disco per l’estate dove tornerà l’anno dopo per vincerlo, a Tony Astarita la manifestazione di Saint Vincent porta fortuna visti i suoi piazzamenti degli anni prima, e la Fratello ci riprova dopo aver vinto la “Gondola d’Argento” a Venezia.

RCA
I Protagonisti (“Un’avventura in più”, di Avogadro-Detto Mariano)
Claudio Baglioni (“Una favola blù”, di D’Ercole-Melfa-Morina)

Due nomi nuovi per la RCA: I Protagonisti, un gruppo-meteora che aveva debuttato nel 1969 alla Caravella dei Successi e che si scioglierà nel 1971, e un 19enne romano destinato ad un grande avvenire, Claudio Baglioni, anche se per questa volta non verrà neppure promosso alle finali di Saint Vincent.

Proseguiremo con l’elenco delle canzoni in gara al Disco per l’estate 1970 la prossima settimana.