testata
Archivio Editoriali - 24 Luglio 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

JUKEBOX CLASSICO. BIG, GIOVANI, COMPLESSI E MUSICA CLASSICA AL FESTIVALBAR 1970

Cari amici, continua il sondaggio di 45mania per scegliere la più bella canzone regina della Hit Parade di Lelio Luttazzi. Considerato che questo sondaggio sembra particolarmente gradito, almeno a giudicare dai molti voti che ogni giorno esprimete sull’apposita scheda, abbiamo deciso di lasciarlo on-line ancora per una settimana. Poi partirà un altro sondaggio sui dischi più venduti degli anni Sessanta e Settanta... ma per ora non anticipiamo nulla. Vi diamo appuntamento a sabato prossimo.

E torniamo alla storia musicale di 40 anni fa. In TV, riprende sabato 25 luglio, lo show “Senza rete”, che per due settimane aveva dovuto cedere il posto prima alla finale del Cantagiro e poi alla finale del Festival di Napoli. I protagonisti della quarta puntata sono Milva e Nino Ferrer. Domenica 26 luglio, va in onda in prima serata la terza puntata del varietà “La cugina Orietta”. Nel corso della trasmissione, Orietta Berti ospita i cantanti Antoine e Caterina Caselli.

Intanto, nei 38.000 juke-box di tutta Italia, girano a tutto volume le 45 proposte della settima edizione del Festivalbar, organizzato come sempre da Vittorio Salvetti. Ma non c’è soltanto la musica leggera questa volta al Festivalbar: il patron Salvetti decide di portare nei juke-box anche la musica classica. Così, insieme ai big (Serie Rossa), ai giovani (Serie Verde) e ai complessi (Serie Gialla), dalle spiagge e dalle altre località di villeggiatura, è possibile ascoltare la musica di Antonio Vivaldi, di Tchaikovsky, di Grieg, di Rodrigo.

Ed anche per la musica classica, affidata ad interpreti come Bernstein o i Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone, si può votare con le apposite cartoline e decretare così una classifica. Vi daremo conto dei risultati finali del Festivalbar tra la fine di agosto e i primi di settembre: la finale si svolse infatti al Linta Park di Asiago nelle serate del 28 e 29 agosto, e trasmessa in TV il 10 settembre in seconda serata.

Vediamo ora una panoramica del cast che, come abbiamo detto, annovera ben 45 interpreti, oltre alle cinque proposte di musica classica. La Serie Rossa (Big) si compone di 15 artisti, la maggior parte dei quali italiani, ma ci sono anche Joe Dassin, Robin Gibb, Carlos Rico e Wess. Tra gli italiani, Orietta Berti e il duo Franco IV e Franco I portano in gara le stesse canzoni già presentate al Disco per l’estate, rispettivamente Fin che la barca va e Tu bambina mia.

Da citare inoltre Lucio Battisti con Fiori rosa fiori di pesco, Enzo Jannacci con Mexico e nuvole, Patty Pravo con Per te. Nada propone la stessa canzone del Cantagiro, Bugia, mentre Mario Tessuto, reduce dal successo dell’anno precedente al Disco per l’estate con Lisa dagli occhi blù, ci riprova con Blù notte blù. Poi ci sono Al Bano, Gigliola Cinquetti, Tony Del Monaco e Fausto Leali. Alla serata finale di Asiago, arriveranno in sei.

Pochi i nomi destinati ad un brillante futuro tra i giovani della Serie Verde. Rosalino, che non ha ancora deciso di chiamarsi Ron, è in gara con Passeggiata, Romina Power, vincitrice dell’edizione precedente con Acqua di mare, ci riprova con la stessa canzone del Disco per l’estate, Armonia, Roberto Soffici, già noto come autore, tenta la strada dell’interprete con Il caldo tocco dell’amore. Gli altri nomi noti sono quelli di Ico Cerutti, Christian, Dominga, Giuliano (che passa dal Ballo di Simone a Il ballo dei fiori), Pilade, Patrick Samson e Armando Savini. Anche per i giovani, sono sei i nomi che accederanno alla finale di Asiago.

Infine, i complessi, ovvero la Serie Gialla, che annovera tra i partecipanti un cast di tutto rispetto, con gruppi internazionali come i Led Zeppelin (Whole lotta love), gli Aphrodite’s Child (It’s five o’clock), gli Shocking Blue (Mighty Joe). Tra gli italiani, ecco l’Equipe 84 con la sigla di un programma televisivo per ragazzi (Il sapone, la pistola, la chitarra e altre meraviglie) e i Califfi con Acqua e sapone, mentre  i Dik Dik, i Camaleonti e i Ricchi e Poveri si affidano alla stessa canzone del Cantagiro, rispettivamente L’isola di Wight, Ti amo da un’ora e In questa città. Completano il cast alcuni gruppi emergenti come gli Alluminogeni, la Formula Tre, i Gens e i Nuovi Angeli, e gli internazionali Exseption, Tee Set e Trip. In finale, ne arriveranno sei.

Anche per il Festivalbar 1970, 45mania organizzerà, nel mese di agosto, un sondaggio per confrontare le classifiche dell’epoca con i gusti attuali. Per ora, vi invitiamo a votare per la vostra canzone regina preferita utilizzando l’apposita scheda raggiungibile come sempre dalla home-page del nostro sito.

Ed allora, votate, votate, votate...

... e buona settimana a tutti!

Fiorenzo Pampolini per 45 Mania
Sabato 24 Luglio 2010

LE NEW ENTRY DELLA SETTIMANA

La calda estate del 2010, continua a consumare i suoi giorni. Ormai anche luglio è quasi alle spalle e rapidamente avanziamo verso il mese che per antonomasia è considerato da molti il mese delle vacanze, anche se i sondaggi che puntualmente la televisione ci propina ci fanno sapere che per il 60% degli italiani le meritate vacanze non ci saranno a causa della crisi economica che continua ad attanagliarci. Ed insieme alle vacanze in questa estate sembra mancare all'appello anche un'altro protagonista della stagione calda: il "tormentone" musicale. Per favore batta un colpo chi sa quale è la canzone che sarà legata in modo indissolubile a questa estate. Io non riesco a trovarla, ma può darsi che sia io a non averla incrociata, nel qual caso segnalatemela in modo che anch'io possa associarla nei ricordi all'estate che stiamo vivendo.

Come detto da Fiorenzo nel suo editoriale, anche per questa settimana terremo aperto il sondaggio relativo alle canzoni regine della hit parade di Lelio Luttazzi. C'è una lotta serrata fra "Azzurro" di Adriano Celentano e "Pensieri e parole" di Lucio Battisti, con netta prevalenza del primo, almeno fino ad ora. Sabato prossimo il verdetto.

Inoltre, interessantissimo è l'articolo che Gianluca Barezzi nel suo spazio dedica alla cura e manutenzione dei nostri amati figli (come li chiama lui). Suggerimenti pratici e piccoli segreti per conservare i dischi nel miglior modo possibile.