testata
Archivio Editoriali - 23 Gennaio 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

RADIO DAYS N. 11. LA GIORNATA RADIOFONICA DEL 23 GENNAIO 1971

Cari amici, quest’oggi ritorniamo ai giorni della radio, e torniamo indietro di 39 anni. E’ il 23 gennaio 1971, un sabato come oggi.

Le canzoni inedite lanciate dalla fase finale di “Canzonissima” stanno avendo un grande successo. La Hit Parade del venerdì (presentata da Giancarlo Guardabassi al posto di Lelio Luttazzi, assente da qualche mese per un problema giudiziario, poi risolto brillantemente) ne annovera ben cinque: Vent’anni del vincitore Massimo Ranieri, Capriccio di Gianni Morandi, Una ferita in fondo al cuore di Mino Reitano, Tutt’al più di Patty Pravo, e Ah, l’amore che cos’è di Orietta Berti. E tra i primi dieci, non manca neppure la sigla del torneo musicale di fine anno, Ma che musica maestro, di Raffaella Carrà.

Le altre posizioni della classifica sono per Iva Zanicchi che canta Un fiume amaro (del greco Theodorakis), Lucio Battisti con Anna, Mina con Io e te da soli, e Malattia d’amore, canzone con la quale il giovane Donatello aveva conquistato a settembre la “Gondola d’Argento” alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia.

La giornata radiofonica è punteggiata da alcuni appuntamenti di grande ascolto: in mattinata, il noto attore Paolo Ferrari conduce sul Nazionale “Voi ed io”, un lungo programma di canzoni e divagazioni, mentre sul Secondo Gino Bramieri conduce il varietà “Batto quattro”, al quale partecipano anche Herbert Pagani e Nilla Pizzi. All’ora di pranzo, sul Secondo, Renzo Arbore e Gianni Boncompagni sono alla guida di “Alto gradimento”, che sta entrando nel suo secondo semestre di vita e si è già conquistata le simpatie dei radioascoltatori più giovani, mentre sul Nazionale Corrado presenta i dilettanti allo sbaraglio de “La corrida”, con il mitico maestro Roberto Pregadio e la regia del fratello Riccardo Mantoni. Alle 17,10 si replica lo spettacolo della domenica mattina “Gran Varietà”, che in questo periodo è condotto da Raimondo Vianello; nel cast ci sono Vittorio Congia, Domenico Modugno, Sandra Mondaini, Francesco Mulè, Monica Vitti e Iva Zanicchi.

Naturalmente, non mancano gli appuntamenti di sola musica leggera che attingono prevalentemente alla recente produzione discografica, con qualche escursione nei successi del passato prossimo. Sul Nazionale, alle 8,30 ci sono “Le canzoni del mattino”: in scaletta Giorgio Gaber (Il Riccardo), Orietta Berti (L’amore è blù), Fred Bongusto (Sul blù), Sandie Shaw (Usignolo usignolo), Mino Reitano (Questa voce non è mia), Mina (Non credere), Claudio Villa (Marechiare), Mina (La folla), Bruno Lauzi (La banda). Alle 12.10, venti minuti di musica rivolta prevalentemente ai giovani nel programma “Smash! Dischi a colpo sicuro”. Alle 19,30, la rubrica “Musica cinema” propone mezz’ora di pezzi tratti dalle colonne sonore di film di successo, come My funny Valentine, dal film “Parole e musica”, il famoso Tema di Lara dal “Dottor Zivago”, Acquarello veneziano dal film “La ragazza di nome Giulio” e molti altri.

Sul Secondo, le trasmissioni si aprono con la musica e le divagazioni di Federica Taddei che conduce “Il mattiniere” dalle 6 alle 7,30. Il “Buongiorno” delle 7,40 è affidato alle canzoni di Massimo Ranieri e Ombretta Colli che propongono ciascuno 4-5 pezzi del loro repertorio.

Alle 10,05, la sigla Red roses for a blue lady di Bert Kaempfert introduce “Canzoni per tutti”. Ad aprire il programma è Dalida con L’ultimo valzer, seguono i Ricchi e Poveri (Primo sole, primo fiore), Aurelio Fierro (Ah l’ammore che ffa fa), Nancy Cuomo (Avengers), Lucio Battisti (Nel cuore, nell’anima), Adriano Celentano e Claudia Mori (La coppia più bella del mondo).

Nel pomeriggio, alle 16,05, va in onda “Pomeridiana”, circa due ore di musica non stop, con due sole interruzioni per le notizie del Giornale Radio. Si tratta di una selezione di musica italiana ed internazionale, per un pubblico di tutte le età. Fra i 30 pezzi in scaletta, citiamo Capelli biondi di Little Tony, Sole giallo sole nero della Formula Tre, Il nostro amor segreto di Fred Bongusto, una versione strumentale di Hey Jude dei Beatles, Anonimo veneziano di Stelvio Cipriani, Oriente di Sergio Endrigo. I brani vengono annunciati a gruppi di tre sull’introduzione del primo di ogni terna.

Ci sono inoltre, nel pomeriggio del Secondo, tre cosiddetti “quarti d’ora discografici”, ovvero quelle vetrine promozionali di 15 minuti, gestite dalle varie Case discografiche: oggi è il turno di “Relax a 45 giri” per la Ariston Records alle ore 15, di “Angolo musicale” per la EMI Italiana alle 18,14, e di ”Schermo musicale” per il Gruppo Discografico Campi alle 18,45.

Alle 19,02, Gino Cervi e Andreina Pagnani ci presentano “Le canzoni di casa Maigret”, programma nel quale i noti attori conversano nei panni dei personaggi di Simenon (il commissario Miagret e signora) che tanto successo avevano avuto in TV. La regia è di Andrea Camilleri, che probabilmente studiava Maigret in attesa di inventare il commissario Montalbano.

Jazz, prosa e lirica sono i protagonisti della serata radiofonica, che deve fare i conti con la concorrenza della TV. Sui teleschermi del primo canale, c’è infatti uno spettacolo seguitissimo dagli italiani, “Speciale per noi” (dove quel “noi” sottintende noi più maturi, in contrapposizione a “Speciale per voi”, condotto da Renzo Arbore per i giovani). I quattro animatori dello spettacolo sono Aldo Fabrizi, Ave Ninchi, Paolo Panelli e Bice Valori. Ospiti della serata Caterina Valente, e una serie di “vecchie” glorie della canzone italiana come Alberto Rabagliati, Nilla Pizzi, Carla Boni, il Duo Fasano, Achille Togliani ed Ernesto Bonino.

La musica leggera torna alla radio in chiusura di serata sul Secondo Programma, dalle 23,05 alle 24, in collegamento con il quinto canale della filodiffusione.

Ed eccoci agli auguri di Buon Compleanno, che questa settimana vanno a ...

24 gennaio: Nico Fidenco (77 anni), Neil Diamond (69), Lorenza Visconti (59), Giuliano Sangiorgi dei Negramaro (31)
25 gennaio: Franca Sebastiani (“Franchina”, 61), Mario Castelnuovo (55), Noemi (28)
26 gennaio: Lena Biolcati (50), Andrew Ridgeley degli Wham (47)
27 gennaio: Gene Colonnello (75), Lando Fiorini (72), Mark Owen dei Take That (38)
28 gennaio: Giuliana Valci (64), Nicky Nicolai (50), Mario Biondi (39)
29 gennaio: Amii Stewart (54)