testata
Archivio Editoriali - 21 Agosto 2009
a cura di Fiorenzo Pampolini

RADIO DAYS N. 6 - LA GIORANTA RADIOFONICA DEL 22 AGOSTO 1971

Cari amici, quest’oggi torniamo a salire sulla nostra macchina del tempo e ci fermiamo esattamente a 38 anni fa, è il 22 agosto 1971, domenica. Su tutte le spiagge, ma anche in città impazzano le palline clic-clac, un gioco di abilità che costituisce il vero e proprio tormentone di quell’estate. La stagione delle vacanze ha ormai superato la boa di Ferragosto, ma sta proseguendo tranquillamente senza eventi particolari. In campo musicale, oltre alle classiche di stagione di casa nostra (Disco per l’estate, Cantagiro e Festivalbar), da segnalare un altro evento che si è tenuto il 1° e 2 agosto al Madison Square Garden di New York, il “Concert for Bangladesh”, durante il quale si sono esibite grandi star come l’ex Beatle Ringo Starr (organizzatore del concerto, insieme al musicista indiano Ravi Shankar), Bob Dylan, Billy Preston, Eric Clapton, e molti altri, a favore della popolazione del Bangladesh colpita da un’eccezionale siccità.

E veniamo alla programmazione radiofonica della giornata. Siamo in una domenica d’agosto, e dunque la musica leggera è la regina incontrastata del palinsesto delle due reti principali, mentre la musica classica, l’operetta e la prosa costituiscono l’ossatura del Terzo Programma, da sempre dedicato alla cultura e alla musica cosiddetta seria.

Sul Nazionale, dopo la santa Messa delle 9,30, c’è l’edizione festiva di “Voi ed io”, seguitissimo programma musicale del mattino, durante il quale un attore famoso (ad agosto 1971 è il turno di Giancarlo Sbragia) intrattiene gli ascoltatori. A mezzogiorno, si apre la “Vetrina di un disco per l’estate” con le canzoni di Nando Gazzolo (Dimmi ancora ti voglio bene), Orietta Berti (Via dei Ciclamini), Peppino Gagliardi (Sempre sempre), Iva Zanicchi (La riva bianca, la riva nera), Mino Reitano (Era il tempo delle more), I Califfi (Lola, bella mia) e Oscar Prudente (Rose bianche, rose gialle, i colori, le farfalle).

Subito dopo, alle 12,29, il maestro Lelio Luttazzi presenta la “Vetrina di Hit Parade”, appuntamento domenicale che ripropone i primi quattro posti della classifica del venerdì. Al comando, c’è Lucio Battisti con Pensieri e parole, seconda Iva Zanicchi con La riva bianca, la riva nera, terza Mina con Amor mio, quarto Demis con We shall dance. Le posizioni successive sono per Donna Felicità dei Nuovi Angeli, Casa mia dell’Equipe 84, Tweedle dee tweedle dum dei Middle of the Road e Tanta voglia di lei dei Pooh.

Nel primo pomeriggio, ci sono due lunghi appuntamenti musicali: “Hot line” alle 13,15, propone una selezione musicale di successi internazionali, mentre “Zibaldone italiano” alle 14,10 restringe il campo d’azione alla musica di casa nostra. Si prosegue con un breve varietà per Enrico Montesano, seguito dal consueto appuntamento della domenica “Pomeriggio con Mina”, durante il quale la “tigre di Cremona” si trasforma in dee jay intrattenendo gli ascoltatori con musica e divagazioni. In serata, la replica del popolare varietà di Gino Bramieri “Batto quattro”, al quale partecipano anche le gemelle Kessler e Adriano Celentano, e poi musica classica e prosa.

Sul Secondo Programma, si comincia alle 6 con “Il mattiniere”, musiche e canzoni presentate da Giancarlo Guardabassi, mentre alle 7,40 i dischi del cantante romano Giorgio Onorato e del gruppo i Moody Blues danno il “Buongiorno” agli ascoltatori. Ancora canzoni alle 8,40 con “Il mangiadischi”: in scaletta The British Lions Group, Milena, Franco IV e Franco I, Gianni Morandi, Minnie Minoprio, Severine, The May Fair Set, il duo Django & Bonnie, Franco Dani, i Delirium e Marcello Minerbi. Poco dopo, alle 9,35, la trasmissione radiofonica più seguita di tutti i tempi “Gran Varietà”, condotta da Johnny Dorelli, con la partecipazione di Alberto Lupo, Minnie Minoprio, Alighiero Noschese, Patty Pravo e Monica Vitti.

Alle 11, ancora un contenitore musicale che sostituisce per tutta l’estate “Chiamate Roma 3131”, si tratta di “Otto piste”, condotto dall’annunciatore Antonio De Robertis; in scaletta 21 pezzi, tra i quali Eppur mi son scordato di te della Formula Tre, Where you lead di Barbra Streisand, Molina dei Creedence Clearwater Revival, Ready Teddy di Little Richard, Rosa di Fred Bongusto, Canto di Osanna dei Delirium.

Nella fascia meridiana, la nota attrice Franca valeri conduce alle 12,30 “Classic-jockey”, mentre alle 13 Franco Nebbia presenta il famoso quiz alla rovescia “Il gambero”. Seguono i frizzi e lazzi di Arbore e Boncompagni in “Alto gradimento”, edizione domenicale, e alle 14,30 il Disco per l’estate apre un’altra delle sue “vetrine”. Alle 15, Corrado propone in replica i dilettanti allo sbaraglio della “Corrida”, poi un’ora di musica non stop dal titolo “Canzoni sotto l’ombrellone”. Il pomeriggio si conclude con “Musica e sport” alle 17,30 e il varietà “Spettacolo” alle 18,40.

In serata, alle 20,10, i dischi a mach due di “Supersonic” (v. editoriale del 4 luglio), e alle 22 “Dischi ricevuti” che propone alcune novità discografiche presentate da Elsa Ghiberti. In scaletta Le Orme con Morte di un fiore, Dalida (La colpa è tua), Little Tony (Vento corri la notte è bianca), I Flashmen (Puoi dirmi t’amo), Alessandra Casaccia (Mangerei una mela), Jimi Hendrix (Freedom), Sara Simone (Mai mai), Domenico Modugno (Tuta blù) e Marcella Bartoli (Rimani rimani rimani).

Intanto, John Lennon, in giro per l’Inghilterra per pubblicizzare “Grapefruit”, libro scritto dalla moglie Yoko Ono nel 1964, pubblicato ora in una nuova edizione, parla del suo ultimo album la cui uscita è prevista per fine settembre. Lo definisce “commercial without compromise”, commerciale senza compromesso, è il secondo album di Lennon come solista, inciso nella sua casa di Ascot, un’enorme villa circondata da uno splendido parco, dove ha fatto costruire una sala d’incisione dotata delle apparecchiature più moderne. Il 33 giri, registrato con un complesso del quale facevano parte tra gli altri il bassista Klaus Voorman, George Harrison e il sassofonista americano King Curtis, contiene dieci brani, uno dei quali dà il titolo all’album e diventerà uno dei pezzi più conosciuti in tutto il mondo: nessuno l’ha ancora ascoltata, ma è in questo periodo che viene incisa la canzone che farà sognare a tutti un mondo migliore, la splendida e intramontabile Imagine.

Ed ecco i cantanti festeggiati di oggi e dei prossimi giorni. Auguri a...

22 agosto: Tori Amos (46 anni)
23 agosto: Rita Pavone (64), Alex Britti (41)
24 agosto: Ken Hensley (ex Uriah Heep, 65)
25 agosto: Elvis Costello (55)
28 agosto: Giorgio Consolini (89)