testata
| HOME | archivio editoriali |
Archivio Editoriali - 21 Novembre 2009
a cura di Fiorenzo Pampolini

COMPLESSI ALLA RIBALTA. CHI ERANO E COSA FACEVANO. TERZA PARTE.

Cari amici, concludiamo questa settimana il discorso sui complessi italiani del 1970.

Nascono come Epoca 70, nel 1967 sono notati da Celentano che li arruola come suo gruppo di accompagnamento nei concerti, e li rinomina I Ragazzi della via Gluck. Il loro primo singolo è Il contadino del 1967. Nel 1970 partecipano al Festival di Sanremo e al Cantagiro, nel 1971 sono in gara a “Un disco per l’estate”, poi il gruppo si scioglie.
Di Raph e i Copertoni, abbiamo trovato un paio di 45 giri, editi per la EMI/Voce del Padrone. Il primo contiene i due pezzi Nero eSolo, mentre il secondo è un singolo promozionale da juke-box, nel quale il gruppo propone Hai qualche cosa in più. Sull’altro lato del disco c’è Insieme di Adamo.
The Renegades sono un gruppo inglese formatosi nei primi anni Sessanta. Nel 1965, si trasferiscono in Italia, nel 1966 sono in gara al Festival di Sanremo, e nel 1967 al Cantagiro. Hanno il vezzo di vestirsi tutti e quattro allo stesso modo, in genere da soldati nordisti della guerra di secessione americana. Su tutti, prevale la bellezza efebica del biondissimo Kim Brown, che negli anni Settanta lascia i compagni di avventura di questa formazione, per tornare al primo amore rock-blues nel nuovo gruppo Kim and The Cadillacs.
I Rogers sono un gruppo piemontese che inizia l’attività nel 1966. Il loro primo singolo, inciso per la Kansas, contiene Quanto ho pianto Se tu mi lascerai. Nel 1966, vincono una puntata della trasmissione radiofonica “Bandiera gialla” con Non chiederò aiuto. Restano in attività, alternando le loro incisioni su etichette Bentler e Kansas, fino al 1970.
I Rokketti sono di Civitavecchia e iniziano l’attività nel 1965. Il loro nome viene dal cognome di uno di loro, Santino Rocchetti, che proseguirà la carriera come solista dopo lo scioglimento del gruppo nel 1968. Il loro primo singolo è Zorba’s dance, nel 1966 sono in gara al Cantagiro con Black time. 
I Roll’s 33 si formano a Torino nel 1965. Il loro primo singolo, inciso per la CBS, è la cover di un pezzo di Wilson Pickett, Land of 1000 dances, che in italiano diventa Principessa. Si sciolgono nel 1970.
Patrick Samson è un cantante libanese che, dopo un’esperienza francese con il suo complesso, arriva in Italia a metà anni Sessanta, e il gruppo prende il nome di Patrick Samson Set. Incidono per la ARC, e nel 1967 sono in gara al Cantagiro con Io e il tempo. Successivamente, Samson prosegue la sua attività come solista.
Gli Scooters sono di Ovada (Alessandria), e si fanno conoscere al Disco per l’estate 1966 con La motoretta. Incidono per la Jolly, e negli anni successivi tornano al Disco per l’estate con maggior impegno e minor fortuna. Il loro ultimo singolo è datato 1968, ma restano in attività ancora per qualche tempo.
I napoletani Showmen iniziano la loro attività nel 1966. Il loro genere è un mix di soul, rithm and blues e pop italiano. Il loro primo singolo è del 1968, e nello stesso anno vincono il girone B del Cantagiro con il remake di un vecchio successo degli anni Trenta, Un’ora sola ti vorrei. Leader del gruppo è Mario Musella, che nel 1970, inizia la carriera di solista, mentre i compagni rifonderanno nel 1971 la band, ribattezzata Showmen 2, e più tardi Napoli Centrale.
The Trip sono uno dei tanti gruppi inglesi venuti in Italia all’epoca del beat. Nel 1970 incidono per la RCA il loro primo album, e partecipano come attori al film commedia “Terzo canale-Avventura a Montecarlo”. Incidono altri tre album ed alcuni singoli, fino al loro scioglimento nel 1973.
Di Ulisse e le Lunghe Storie, abbiamo trovato soltanto un 45 giri, fine anni Sessanta, edito dalla Ariston, con Guardo le luci spegnersi sul lato A, e Oggi non va sul lato B. Inoltre, c’è un altro gruppo (o forse è lo stesso?), Ulisse e le Ombre, di Catanzaro, che ebbe un certo successo tra il 1969 e i primi anni Settanta. In particolare, il loro leader Ulisse partecipò come solista a “Un disco per l’estate” 1970 con Se non avessi lei.
La Verde Stagione è un gruppo di Firenze che incise quattro singoli, tutti per la Numero Uno, genere pop melodico, tra il 1969 e il 1972. Il terzo di questi singoli era un rifacimento della sonata Per Elisa (nuovo titolo Senza Elisa) di Beethoven.
Inoltre, tra i complessi dimenticati dalla scheda pubblicata dal Radiocorriere TV, erano sicuramente attivi nel 1970 i Flashmen e i Romans. I primi si formano a Cremona nel 1967, il loro primo singolo, inciso per la Decca, è Il mondo aspetta te / La donna che ho. Passano poi alla Kansas, per la quale incidono otto singoli e otto album. Concludono la loro attività con la partecipazione a “Un disco per l’estate” 1975, interpretando Piccolo amore (etichetta Joker). I Romans si formano a Roma nei primi anni Sessanta, ma il grande successo arriva per loro soltanto nel 1972, grazie alla loro partecipazione a “Un disco per l’estate”, dove sono finalisti con Voglia di mare. Seguono altri successi (ed altre partecipazioni alle gare canore del periodo). Il gruppo si scioglie negli anni Ottanta.
E qui si conclude la nostra veloce panoramica sulle band attive in Italia nel 1970, anno nel quale molte formazioni più tipicamente beat erano già uscite di scena. Se ne abbiamo dimenticato qualcuna (cosa peraltro molto probabile, considerato l’enorme numero di complessi dell’epoca), ci scusiamo con gli interessati.

Voltiamo pagina, e passiamo agli auguri di Buon Compleanno, che questa settimana vanno a...

21 novembre: Bjork (44 anni)
23 novembre: Eugenia Foligatti (68)
24 novembre: Pino Donaggio (68)
26 novembre: Tina Turner (70)