testata
Archivio Editoriali - 19 Giugno 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

TRA SAINT VINCENT E IL CANTAGIRO. CANZONI SENZA RETE E GIOCHI SENZA FRONTIERE

Cari amici, vi avevamo annunciato sabato scorso che avremmo iniziato questa settimana il nostro sondaggio sul Cantagiro di 40 anni fa. Ma, vogliamo invece concludere le votazioni sul Disco per l’estate con una sorta di nostra finale, nella quale mettiamo in gara le canzoni che avete votato di più per ognuno dei sei gruppi, insieme al vincitore ufficiale di 40 anni fa, ovvero Renato dei Profeti. Rimandiamo così di una settimana il sondaggio sul Cantagiro.

E’ curioso come a 40 anni di distanza il nostro sondaggio abbia modificato a tal punto i gusti musicali, da far entrare nelle prime posizioni due cantanti che furono esclusi dalle serate di Saint Vincent, ovvero Claudio Baglioni (che all’epoca era un debuttante al suo primo 45 giri) e Pio (fatto ancor più sorprendente, in quanto il cantante in questione è poi scomparso dalla scena musicale).

E veniamo ai fatti della settimana musicale di 40 anni fa. Nulla di nuovo in Hit Parade, dove devono ancora arrivare i singoli delle gare estive. Soltanto La lontananza di Domenico Modugno (che ritroveremo nel girone A del Cantagiro) entra a far parte dei primi dieci, ma al comando resistono per ora gli Aphrodite’s Child (It’s five o’clock), Michel Delpech (L’isola di Wight) e i Beatles (Let it be).

Sabato 20 giugno inizia in TV sul Programma Nazionale (la futura Raiuno) la terza serie di “Senza rete”, lo spettacolo musicale caratterizzato dalla partecipazione “dal vivo” (senza play-back) dei cantanti. In ogni puntata sono protagonisti due interpreti, i primi sono Mina ed Enzo Jannacci. Lo show, per la regia di Enzo Trapani, va in onda dall’Auditorium della RAI di Napoli, e propone inoltre alcuni ospiti come il regista Luciano Salce, il maestro Enrico Simonetti e il flautista Herbie Mann, che per molti anni fu uno dei personaggi guida della “Jazz West Coast”.

Penultima coppia di puntate per “Settevoci” di Pippo Baudo, in onda domenica 21 giugno all’ora di pranzo e in prima serata (mentre sul Nazionale c’è la finale dei Mondiali di Calcio). Vi partecipano tra gli altri Paolo Mengoli, con la canzone che poco tempo dopo vincerà il girone B del Cantagiro, ovvero Mi piaci da morire, Isabella Iannetti con la canzone finalista del “Disco per l’estate” Il mare in cartolina, Lolita (Malinconia, malinconia), Lionello (La notte finirà). Ospiti il noto attore Nando Gazzolo e il campione di motociclismo Giacomo Agostini, reduce dal debutto cinematografico nel film “Formula Uno-Nell’inferno del Grand Prix”.

Bruno Lauzi, Gino Paoli e il noto paroliere Mogol (alias Giulio Rapetti) sono gli ospiti di punta della puntata di “Speciale per voi”, di Renzo Arbore, in onda il 23 giugno. Vi partecipa anche il debuttante Claudio Baglioni, il quale, dopo la recente eliminazione al “Disco per l’estate” inizia a puntare sul lato B del suo primo singolo, ovvero Signora Lia.

Il 24 giugno, da Pugnochiuso, prende il via il nono Cantagiro, in diretta radio e TV, ma – come abbiamo già detto – di questo parleremo nelle prossime settimane.

Il 26 giugno, va in onda il secondo incontro di “Giochi senza frontiere”, il popolare torneo tra i vari Paesi europei, giunto alla sua sesta edizione. La finale del 1969 registrò un indice di ascolto a livello europeo di ben 120 milioni di persone. Il primo incontro è stato registrato a Como il 9 giugno e trasmesso la sera dopo. Per questa edizione, gareggiano per l’Italia Como, Acquasparta, Siracusa, Barletta, Rimini, Bassano del Grappa e Ancona. L’ideatore dei giochi è l’italiano Adolfo Perani, i presentatori per l’Italia sono Renata Mauro e Giulio Marchetti, il regista è Piero Turchetti. Tutti i giochi si svolgono sotto l’occhio vigile dei due popolari arbitri, gli svizzeri Gennaro Olivieri e Guido Pancaldi, due nomi che resteranno indissolubilmente legati al seguitissimo “Giochi senza frontiere”.

Ma l’evento della settimana è la finale dei Campionati Mondiali di Calcio. L’Italia aveva battuto in semifinale la Germania Ovest per 4 a 3 dopo i tempi supplementari, e dunque si gioca il titolo nella partita col Brasile del 21 giugno. L’avvincente telecronaca di Nando Martellini entra nelle case di 28 milioni di telespettatori, che resteranno ahimè delusi, in quanto sarà il Brasile a vincere l’incontro per 4 a 1, e dunque ad aggiudicarsi la Coppa Rimet.

Ma torniamo alla musica, invitandovi ancora una volta a votare per il vostro “Disco per l’estate” del 1970. Sabato prossimo, proclameremo il vincitore del nostro sondaggio, e volteremo pagina, iniziando ad occuparci del Cantagiro.

Votate, votate, votate...