testata
Archivio Editoriali - 16 Ottobre 2021
a cura di Fiorenzo Pampolini

1961: SANDRA MONDAINI CONDUCE CANZONISSIMA, UN'EDIZIONE CHE METTE IN GARA 56 CANZONI INEDITE.

Cari amici, il 10 ottobre di 60 anni fa, prendeva il via l’edizione 1961 di Canzonissima, il torneo canoro abbinato alla Lotteria di Capodanno, con una sostanziale novità. Le 56 canzoni in gara sono tutte nuove ed inedite, mentre, nelle edizioni precedenti, i motivi in gara erano già consacrati da un largo successo. Nuovo è anche il meccanismo con cui si è proceduto alla scelta delle canzoni, per il ruolo che vi hanno svolto alcune tra le più grandi Case discografiche nazionali.

Così, i telespettatori e i radioascoltatori, ogni martedì per tredici settimane, assistono ad un vero e proprio Festival della canzone italiana, da cui dovrebbero uscire i successi di domani. Un Festival, però, che si rivela fin dall’inizio uno spettacolo comico-brillante: le canzoni ne costituiscono l’elemento più importante, ma ci sono anche attori e attrici che con gli show hanno particolare dimestichezza per dare vita a sketches, battute, scenette, balletti: tutti ingredienti propri del teatro di rivista.

Canzonissima 1961 non viene realizzata in un normale studio televisivo ma in un grande teatro romano, il Delle Vittorie, che per l’occasione è stato adattato a studio televisivo, secondo i più moderni accorgimenti tecnici. Gli autori sono Scarnicci e Tarabusi, l’orchestra è diretta da Franco Pisano, la regia è di Eros Macchi.

A Sandra Mondaini è affidato il compito di condurre settimanalmente il complesso spettacolo del martedì sera. Per la “soubrette dagli occhi di gatto”, dinamica e imprevedibile, la partecipazione a Canzonissima può rappresentare un ritorno alle origini, dopo i molti successi ottenuti nella rivista. Anche in questa occasione Sandra Mondaini rimane sostanzialmente fedele al suo personaggio preferito, al tipo di anti-diva, di svanita, di “nata ieri”.

Le sono accanto gli attori Alberto Bonucci, Tino Buazzelli e Paolo Poli, oltre al trio Enzo Garinei, Toni Ucci, Carletto Sposito, che si compone di tre giovani attori messisi in luce nel “Delia Scala show”, lo spettacolo musicale che di recente la vivace ballerina aveva portato nei maggiori teatri italiani.

La prima puntata inizia con la telecronaca di Renato Tagliani della cerimonia inaugurale del Teatro Delle Vittorie, che ha una capienza di circa duemila persone. Pochi minuti e poi le telecamere staccano sulla sigla iniziale del programma.

La prima fase del ciclo di trasmissioni si compone di otto puntate in onda dal 10 ottobre al 28 novembre, in ciascuna delle quali vengono presentate sette canzoni. La seconda fase consta di due puntate, in onda il 12 e il 19 dicembre con le 14 canzoni più votate. La finale va in onda il 6 gennaio 1962 con le sette canzoni selezionate nelle due puntate di dicembre.

Tra una fase e l’altra sono previste due puntate, la nona e la dodicesima, dedicate a una selezione delle più belle canzoni italiane di ieri e di oggi in attesa di stabilire la graduatoria dei motivi in gara, in base ai voti del pubblico. Vediamo ora le canzoni presentate nelle prime due puntate di Canzonissima 1961.

PRIMA PUNTATA (Martedì 10 Ottobre)
Io scelgo te (di Oliveri-Testoni), cantata da Arturo Testa
Lenta l’acqua (di Calabrese-Cichellero), cantata da Katina Ranieri
Quei capelli spettinati (di Gaber-Calibi), cantata da Giorgio Gaber
Serenata (di Niclos-Da Vinci), cantata da Giacomo Rondinella
Vienimi vicino (di Lojacono), cantata da Corrado Lojacono
Stringiti alla mia mano (di Fidenco-Crusca), cantata da Miranda Martino
Italian lover (di Pallavicini-Cassano), cantata da Little Tony

SECONDA PUNTATA (Martedì 17 Ottobre)
Cara cara (di Testa-Cozzoli), cantata da Joe Sentieri
Chitarra e manduline (di Calise), cantata da Ugo Calise
Fra le canne di bambù (di Panzeri-Dorelli), cantata da Betty Curtis
La nostra estate (di Corni-Di Lazzaro), cantata da Tonina Torrielli
Il mio sotterraneo (di Donaggio), cantata da Pino Donaggio
Non sono bella (di Gaber-Monti), cantata da Maria Monti
Regalami una notte (di Matanzas-Calabrese), cantata da Marino Barreto jr.

Ed anche per oggi è tutto.
Riprenderemo il discorso sulle edizioni 1961 e 1971 di Canzonissima nelle prossime settimane.

Appuntamento a sabato prossimo.
Buona settimana a tutti!

La foto della settimana

(Foto da Radiocorriere TV n. 41/1961)