testata
Archivio Editoriali - 15 Maggio 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

SIMON & GARFUNKEL... MA ANCHE FRANK SINATRA, BARRY RYAN, SERGIO BRUNI....

Cari amici, anche questa settimana il nostro sondaggio sulle canzoni partecipanti a “Un disco per l’estate” 1970 ci dà l’occasione per rivivere i fatti di quel periodo con particolare riferimento agli eventi musicali.

New entry nella Hit Parade del 15 maggio per John Lennon and Plastic Ono Band con Instant karma, al nono posto, mentre le prime due posizioni sono ancora per I Beatles con Let it be e per Nicola Di Bari con La prima cosa bella.

Al quarto posto delle classifiche inglesi ci sono Simon & Garfunkel con Bridge over troubled water. Il celebre duo statunitense è sulla scena da diversi anni con successo sempre crescente: nel 1966 erano diventati famosi in tutto il mondo grazie a The sound of silence, colonna sonora del film “Il laureato” con Dustin Hoffman.

I due cantautori, insieme dal 1964, sembrano avere ben poche cose in comune: Simon è piccolo, scuro di capelli, ha l’aria triste ma spesso sorride, Garfunkel è alto, biondo e dinoccolato, parla poco e non sorride mai (così li descrive Renzo Arbore in un articolo pubblicato sul Radiocorriere TV). Ma è proprio grazie alla loro intesa e all’identità delle loro vedute musicali che sono riusciti a produrre e a portare al successo decine di canzoni di ottimo livello.

Paul Simon e Art Garfunkel si conobbero durante le prove di una versione musicale di “Alice nel paese delle meraviglie”, andata in scena in un teatro di Broadway all’inizio degli anni Sessanta. Simon è figlio d’arte (il padre era violinista in un’orchestra radiofonica e la madre era cantante), mentre Garfunkel è arrivato alla musica per puro caso. Ma la passione per la musica è comune ai due, così decidono di dedicarsi al pop e scrivono insieme alcune canzoni.

Si esibiscono in alcuni locali del Greenwich Village fino a quando una casa discografica li sottopone a un provino e gli fa un contratto. Con il nome di Tom & Jerry incidono un rock and roll, Hey schoolgirl, ma a seguito dello scarso successo, si separano. Tornano a lavorare insieme nel 1964, questa volta con un ottimo riscontro, e nel giro di pochi anni incidono cinque album, le cui vendite superano i sette milioni di copie.

In questi giorni del 1970 sono impegnati in una tournée in Europa, cominciata a Londra il 25 aprile alla Royal Halbert Hall. Intanto, si godono i risultati di vendita del loro ultimo album che contiene il pezzo citato all’inizio, e di un altro 45 giri, Cecilia.

E ancora da Londra, grande successo per i due concerti dati da Frank Sinatra alla Royal Festival Hall e i cui incassi sono stati devoluti per beneficenza. Per l’occasione, la BBC ha trasmesso una “Frank Sinatra Story” in due puntate.

In Italia, la puntata di “Speciale per voi” di martedì 19 maggio, condotta come sempre da Renzo Arbore, ospita Lucio Dalla, che avevamo da poco visto in TV nell’insolita veste di presentatore del programma televisivo “Gli eroi di cartone”, e Barry Ryan, campione di vendite nel 1969 con Eloise (oltre tre milioni di copie in tutto il mondo). Ryan, insieme al fratello gemello Paul, costituì fino all’estate scorsa un duo che si è sciolto per una tonsillite che mise K.O. la voce di Paul. Quest’ultimo è così passato al ruolo di compositore per le canzoni del fratello. I due gemelli sono nati a Leeds (Inghilterra) il 24 ottobre 1948.

In Italia, ogni domenica, “Settevoci”, condotto da Pippo Baudo, lancia alcuni volti nuovi della canzone italiana: questa settimana è la volta di Renato D’Intra e Il Gatto, mentre in gara ci sono Elsa Quarta, Laura Olivari, Bruna Lelli, Delfo e Niky. Gli ospiti sono i Dik Dik con L’isola di Wight e Donatella Moretti con Ormai.

Il 21 maggio, dopo “Rischiatutto”, la TV dedica una serata al cantante napoletano Sergio Bruni, il cui vero nome è Guglielmo Chianese, 49 anni. Bruni debutta al cinema-teatro Reale del capoluogo campano nel 1944, era appena tornato dalla guerra con una scheggia nella gamba che lo costringe a un passo claudicante. Da allora è considerato uno dei più fedeli interpreti della melodia partenopea. Nel recital televisivo, Sergio Bruni propone una decina di motivi del suo vasto repertorio: Fenesta vascia, La tarantella, Na ‘mmasciata, Mierolo affortunato, ‘A carretta d’’e suonne, Napule è na canzone, Che t’aggia dì, Tarantelluccia, Chiove e Palcoscenico.

La radio continua a proporre quotidianamente le canzoni di “Un disco per l’estate”, ed il 16 maggio alle 18,15 anche la TV dedica alla manifestazione canora la seconda vetrina presentata da Emma Danieli e dal mago Silvan. Vi partecipano i cantanti Tony Astarita, Angela Bini, Giancarlo Cajani, Piero Focaccia, Peppino Gagliardi, Anna Maria Izzo, Junior Magli, Lolita, Kocis, Herbert Pagani e i complessi New Trolls, Orme, Protagonisti.

45mania vi propone invece il quarto gruppo di canzoni in gara. Ascoltatene un breve frammento cliccando dalla nostra home page sulla quarta scheda, e votate per la vostra canzone preferita. Sabato prossimo, verificheremo ancora una volta se, a 40 anni di distanza, le votazioni dell’epoca saranno confermate o modificate.

Votate, votate, votate... e buona settimana a tutti!