testata
Archivio Editoriali - 14 Agosto 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

RADIO DAYS N. 13. LA GIORNATA RADIOFONICA DI FERRAGOSTO 1970

Cari amici, il nostro viaggio musicale nel 1970 prosegue questa settimana con un nuovo “Radio Days”, dedicato proprio al Ferragosto di 40 anni fa. Nella giornata più vacanziera dell’anno, la radio del 1970 propone una giornata particolarmente “leggera”, con grande spazio alle canzoni e allo spettacolo.

Sul Nazionale, alle 8,30 c’è il consueto appuntamento con “Le canzoni del mattino”. In scaletta Melodia (Jimmy Fontana), Lei non sa chi sono io (Maria Doris), Io e Paganini (Enzo Guarini), Viva la vita di campagna (Betty Curtis), Ave Maria no morro (Fausto Leali), Non sono Maddalena (Rosanna Fratello), Fenesta vascia (Sergio Bruni), A questo punto (Anna Identici), Garibaldi blues (Bruno Lauzi).

Dopo la Santa Messa delle 9,30, i programmisti radiofonici coniano una nuova parola per dare il titolo alla trasmissione che sostituisce il lungo spazio occupato da “Voi ed io”. Alle 10,15 va in onda infatti “Il gitadischi”, come dire i dischi in gita, seguito alle 11,30 dalla “Vetrina di un disco per l’estate”.

L’indimenticato Corrado conduce alle 13,15 “La corrida”, dilettanti allo sbaraglio. Subito dopo, si apre dalle 14 alle 15 un’altra “Vetrina di un disco per l’estate”.

La giornata prosegue con altri programmi di evasione: “La controra” e “Estate in città”. Alle 16,10 “Musica dallo schermo”, con una serie di brani tratti dalla colonna sonora dei più famosi film di tutti i tempi. Alle 17,10, la replica dello spettacolo radiofonico più seguito di tutti i tempi, ovvero “Gran Varietà”, condotto da Raimondo Vianello. Nel cast ci sono Senta Beger, Lando Buzzanca, Adriano Celentano, Giuliana Lojodice, Mal, Sandra Mondaini, Claudia Mori e Aroldo Tieri. Gli autori sono Amurri e Jurgens, la regia è di Federico Sanguigni.

“Gran Varietà”, in onda la domenica mattina per oltre dieci anni (dall’estate 1966 al 1976), e in replica appunto il sabato pomeriggio, viene confezionato in vari momenti per sincronizzare la disponibilità dei vari ospiti. Poi, si monta il tutto in sequenza, con gli applausi del pubblico in sala, dando l’impressione che lo spettacolo vada in onda in diretta, o quanto meno che sia registrato realmente tutto d’in fiato alla presenza del pubblico.

Seguono gli appuntamenti discografici con la EMI Italiana e con la DET (Edizione Discografica Tirrena), che propongono i loro artisti rispettivamente alle 18,35 in “Angolo musicale” e alle 19,10 in “Schermo musicale”. Tra i due quarti d’ora discografici ancora musica leggera con la rubrica “Piacevole ascolto”, condotta dalla brava cantante jazz Lilian Terry.

Sul Secondo, la giornata inizia alle 6 con “Il mattiniere”, musica e divagazioni in diretta con Federica Taddei. Alla conduzione di questo appuntamento del mattino, oltre alla Taddei (martedì e sabato), si alternano i dee jay Giancarlo Guardabassi (domenica e giovedì) e Adriano Mazzoletti (lunedì, mercoledì e venerdì). Guardabassi conduce in questo periodo anche la Hit Parade del venerdì. Com’è noto, Luttazzi aveva dovuto lasciare la classifica per essere stato ingiustamente coinvolto in una vicenda giudiziaria. Per qualche settimana, aveva preso il suo posto Renzo Arbore, al quale subentra in agosto Giancarlo Guardabassi.

E a proposito di Hit Parade, la classifica del 14 agosto vede al primo posto ancora Domenico Modugno con La lontananza, mentre la nuova entrata è quella dei Mungo Jerry, che vedremo a settembre alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia, con In the summertime.

Alle 10,15, va in onda “Canta Eddy Miller”, quindici minuti nel corso dei quali il cantante semifinalista del “Disco per l’estate” propone le canzoni del suo repertorio. Alle 10,35 il seguitissimo varietà “Batto quattro”, condotto da Gino Bramieri, con la partecipazione di Cochi e Renato, Caterina Caselli e Iva Zanicchi.

Alle 12,35, Renzo Arbore e Gianni Boncompagni conducono “Alto gradimento”, il nuovo programma che ha preso il via da poco più di un mese. Musica e pubblicità in “Juke-box”, in onda alle 14,05 dalla sede di Torino, mentre alle 14,30, i notiziari regionali non vanno in onda per la giornata festiva e cedono il loro spazio a mezz’ora di musica con i Beatles e le orchestre di Andrè Kostelanetz, Franck Pourcel, Paul Mauriat e George Martin.

Il pomeriggio prosegue con il quarto d’ora discografico della Ariston (“Relax a 45 giri” alle ore 15) e subito dopo un lungo contenitore condotto da Giancarlo Del Re, dal titolo “Ed è subito sabato”, sottotitolo “Gelati, ombrelloni, stelle alpine e canzoni”. In serata, prosa e ancora programmi di musica e varietà. In chiusura, dalle 23,15 alle 24, ancora musica leggera in collegamento con il quinto canale della filodiffusione.

Da quanto sopra detto, emerge che la radio di quel periodo aveva in cartellone grandi nomi dello spettacolo e della canzone, seguitissimi ospiti o protagonisti di alcune trasmissioni record di ascolto.

Intanto, in TV, parte in prima serata un nuovo varietà condotto da Giorgio Gaber, Ombretta Colli e Rosanna Fratello con la partecipazione di Gino Bramieri. Si tratta di “E noi qui”. Ospite della prima delle sei puntate, il presentatore Corrado, al quale sta per essere affidata una delle edizioni più seguite di “Canzonissima” (insieme a Raffaella Carrà).

Ed anche per oggi è tutto. Non dimenticate di votare per il nostro sondaggio sulla cantante degli anni Sessanta e Settanta più amata dagli italiani. E a tutti voi l’augurio di un Ferragosto sereno, ovunque voi siate.

 Votate, votate, votate...