testata
Archivio Editoriali - 13 Giugno 2009
a cura di Fiorenzo Pampolini

RADIO DAYS N. 4. LA GIORNATA RADIOFONICA DEL 13 GIUGNO 1974

Cari amici, oggi saliamo un’altra volta sulla macchina del tempo e torniamo indietro di 35 anni. E’ il 13 giugno 1974, un giovedì, la giornata è festiva, è il Corpus Domini; nel nostro calendario infatti sono ancora indicate in rosso le sette festività che saranno soppresse qualche anno più tardi per aumentare la produttività degli italiani.

Nel nostro Paese si è da poco votato a favore del divorzio nel referendum del 12 maggio, mentre Indro Montanelli sta per uscire con “Il Giornale”, in edicola dal 25 giugno. In campo musicale, è di questo periodo l’affermazione di alcuni pezzi solo strumentali. Nella Hit Parade del venerdì, sono infatti presenti A blue shadow, sigla dello sceneggiato TV “Ho incontrato un’ombra”, eseguita da Berto Pisano alla tromba, L’ultima neve di primavera, colonna sonora dell’omonimo film strappalacrime, eseguita dall’orchestra di Franco Micalizzi, e Soleado, che segna il debutto di un nuovo gruppo, i Daniel Sentacruz Ensemble. Ma ci sono anche I Cugini di Campagna con Anima mia, Mina con Non gioco più, Drupi con Rimani, gli Oliver Onions con Dune buggy, Suzy Quatro con 48 crash, Ike and Tina Turner con Not bush city limits, Adriano Celentano con Prisencolinensinainciusol, canzone uscita nel 1972 che arriva in classifica soltanto ora grazie ad un paio di passaggi televisivi in trasmissioni di successo come “Milleluci” e “Formula Due”. Il pezzo può essere considerato il primo rap italiano.

La giornata radiofonica si apre sul Secondo Programma alle ore 6 con “Il mattiniere” condotto da Giancarlo Guardabassi (il noto conduttore dei “Dischi caldi”, canzoni in ascesa verso la Hit Parade). Alle 7,40, il buongiorno agli ascoltatori con le voci dei Pooh e di Juliette Greco.

La musica leggera è protagonista dei programmi “Le canzoni del mattino” alle 8,30 sul Nazionale e “Canzoni per tutti”, sul Secondo alle 9.55. La scaletta di quest’ultima trasmissione propone Massimo Ranieri con Immagina, Gilda Giuliani con Senza titolo, Roberto Vecchioni con L’uomo che si gioca il cielo a dadi, I Camaleonti con Amicizia e amore, Fred Bongusto con Bambina mia, Patty Pravo con Pazza idea, Mino Reitano con Io sto con te, tu stai con me, Peppino Di Capri con Champagne e Ornella Vanoni con Ma come ho fatto.

Nella mattinata del Nazionale, l’attore di turno per il mese di giugno alla conduzione del programma “Voi ed io” è Gianni Agus, conosciuto dal grande pubblico anche per essere stato la “spalla” eccellente di comici come Totò, Peppino De Filippo e Paolo Villaggio. All’ora di pranzo, arrivano Arbore e Boncompagni, “ragazzi terribili” dell’indimenticabile “Alto gradimento”.

Ritmo serrato e annunci veloci per “Su di giri”, che come ogni giorno propone alle ore 14 mezz’ora di musica particolarmente rivolta ai giovani. La scaletta di oggi propone alcuni pezzi da novanta come Barbra Streisand (The way we were), Ringo Starr (You’re sixteen) e  Mina (La pioggia di marzo), ma ci sono anche Nilsson (Daybreak), Simon Park (Eye Level), I Nuovi Angeli (Anna da dimenticare), Melanie (Will your love me tomorrow?), The Isley Brothers (That lady) e Ciro Sebastianelli (Capelli di seta).

Alle 15,10, sul Nazionale, l’appuntamento con un titolo storico della radio italiana, ovvero “Per voi giovani”, in onda dal 1966, che in questo periodo è condotto da Raffaele Casconi e Paolo Giaccio. Sul Secondo, alle 15,40, Franco Torti ed Elena Doni presentano “Cararai”, un programma su richiesta degli ascoltatori, mentre alle 17,50 Paolo Cavallina e Luca Liguori rispondono al numero di telefono più famoso d’Italia in “Chiamate Roma 3131”.

Nel pomeriggio, a Francoforte, si svolge la cerimonia d’apertura dei Campionati Mondiali di Calcio che si concluderanno il 7 luglio con la vittoria della Germania Ovest, paese ospitante. La prima partita è Brasile-Jugoslavia, in onda alla radio e in TV alle ore 18.

Intanto, a Saint Vincent, fervono i preparativi per la prima serata di “Un disco per l’estate”, in onda solo alla radio alle ore 20, che si concluderà due sere più tardi, in diretta radio e TV, con la vittoria di Gianni Nazzaro, in gara con Questo sì che è amore. La manifestazione era iniziata due mesi prima con una serie di trasmissioni radiofoniche che proponevano a rotazione le 54 canzoni in gara. Alle serate finali, ne arrivano 28, e nella finalissima di sabato, soltanto dieci. I presentatori sono Corrado e Gabriella Farinon.

Il “Disco per l’estate” prende il posto per due sere di “Supersonic (Dischi a mach due)”,  appuntamento particolarmente gradito dagli ascoltatori più giovani.

E’ ancora un periodo d’oro per Radio RAI, per ora deve affrontare la concorrenza soltanto di Radio Montecarlo e Radio Capodistria, ma la grande avventura delle radio private sta per iniziare, e per la radio comincerà una nuova era.

Ed eccoci al consueto appuntamento con i compleanni di oggi e dei prossimi giorni. Auguri a...

13 giugno: Vasso Ovale (64 anni), Michele Zarrillo (52)
14 giugno: Francesco Guccini (69), Angelica (62), Gianna Nannini (53), Marco Armani (48)
15 giugno: Johnny Hallyday (66), Demis Roussos (63)
16 giugno: Goran Kuzminac (56), Amalia Grè (45)
17 giugno: Barry Manilow (66), Patrick Samson (63), Lio (47)
18 giugno: Raffaella Carrà (66), Marcella Bella (57), Alison Moyet (48), Luca Dirisio (31)
19 giugno: Chico Buarque De Hollanda (65), Gilda Giuliani (55)