testata
a cura di Fiorenzo Pampolini

FESTIVAL DI CASTROCARO 1968. VINCONO ROSALBA ARCHILLETTI E PAOLO MENGOLI

Cari amici, il 12 ottobre 1968 alle ore 21 la radio trasmette in diretta il Festival di Castrocaro che dal 1957 lancia i nuovi talenti della musica italiana. La serata si svolge mentre in TV va in onda la terza puntata di Canzonissima, della quale torneremo a parlare nelle prossime settimane. La TV registra la serata e la manderà in onda venerdì 25 ottobre alle ore 22 sul Programma Nazionale.

Con questa edizione del Festival di Voci Nuove di Castrocaro Terme, si interrompe la tradizione in base alla quale i due vincitori accedono di diritto al Festival di Sanremo. E ciò è dovuto al fatto che, mentre fino all’anno prima entrambe le manifestazioni erano organizzate da Gianni Ravera, ora il patron di Sanremo, insieme alla RAI, è il rivale Ezio Radaelli.

Presentatori della serata sono Alberto Terrani e Fernanda Carpi. Terrani era noto all’epoca per aver partecipato ad alcuni sceneggiati, e per aver accompagnato durante l’estate Gianni Morandi  nella sua fortunata tournée sulle spiagge. L’orchestra è diretta dal maestro Augusto Martelli, che apre la serata con la sigla “I say a little prayer”, tema musicale inciso recentemente dal musicista-cantante con lo pseudonimo di Bob Mitchell.

Tra i 14 partecipanti, c’è una ragazza destinata a diventare molto famosa: ha solo 14 anni, e a Castrocaro si cimenta con una canzone di Adriano Celentano, “Un bimbo sul leone”. Non vince, ma la sua esibizione le procura un contratto con la Casa discografica Carish, con la quale inizia la sua carriera discografica. Stiamo parlando di Fiorella Mannoia. L’anno dopo debutta al Disco per l’estate, ma con scarsa fortuna, e per arrivare al grande successo dovrà aspettare ancora parecchio tempo, risalgono infatti al 1980-81 canzoni come “Pescatore” con Pierangelo Bertoli e “Caffè nero bollente” in gara al Festival di Sanremo.

Ma a vincere sono una ciociara e un emiliano, ovvero Rosalba Archilletti, 20 anni, di Frosinone, che si è conquistata subito l’unanime favore della giuria e Paolo Mengoli, 18 anni, di Bologna, che viene dalla scuola di Alda Scaglione, la stessa di Gianni Morandi. La Archilletti si aggiudica la vittoria interpretando due canzoni quasi sconosciute, “”Quando sei con me” e “Con un ciao”, mentre Mengoli porta in gara “Per un momento ho perso te” e “Portami tante rose”.

I due vincitori debuttano dunque sul video il 25 ottobre, mentre il giorno dopo, con gli onori riservati ai big, partecipano a Bari alla “Caravella dei Successi”, accanto a Charles Aznavour, Sylvie Vartan, Gigliola Cinquetti, Caterina Caselli, Sandie Shaw e altre celebrità.

In dicembre, infine, la coppia vincitrice di Castrocaro 1968 si imbarcherà sulla “Stella Oceani” per una crociera italo-americana allestita con l’intento di promuovere interesse attorno a prodotti tipicamente italiani. Naturalmente non potevano mancare le canzoni.

Mentre la Archilletti sparirà ben presto dal mondo della canzone, Paolo Mengoli, prosegue la sua carriera partecipando nel 1969 a “Un disco per l’estate” dove proporrà la sua hit più famosa, “Perché l’hai fatto”, e a Sanremo ci arriverà comunque ma soltanto nel 1970 e 1971.

E concludiamo questa nota ricordando uno dei più famosi autori di colonne sonore che hanno segnato una stagione del cinema italiano. Il 1° ottobre 2018 ci ha lasciato Stelvio Cipriani, compositore per moltissimi registi e moltissimi film, anche se il suo nome è legato soprattutto a “Anonimo veneziano”, grande successo del 1970. Cipriani, spentosi dopo una lunga malattia, era nato a Roma nel 1937.