testata
la piu' bella canzone regina
DELLA HIT PARADE DI LELIO LUTTAZZI

Questi sono i 45 giri più venduti dei dieci anni durante i quali il grande Lelio ha presentato la popolarissima "Hit Parade". Votando potrete eleggere la migliore canzone regina della mitica Hit Parade di Lelio Luttazzi

1967
FAUSTO LEALI
A chi
(Mogol-Crane-Jacobs) ed. Curci

Nata come facciata B di “Se qualcuno cercasse di te”, questo pezzo, cover di un successo di Timi Yuro di qualche anno prima, lanciato in TV da “Settevoci”, raggiunge ben presto la Hit Parade, dove si piazza al primo posto per 4 settimane

 

1968
ADRIANO CELENTANO
Azzurro
(Pallavicini-Conte) ed. Clan

Nel 1968, Celentano è impegnato sul set del film “La storia di Serafino”, di Pietro Germi, ma grazie anche a due grandi autori come Pallavicini e Conte, lascia il segno anche in campo musicale con questo pezzo ancora oggi ricordato da tutti. Il suo primato è insidiato molto da vicino da Patty Pravo con “La bambola”.

 

1969
GEORGES MOUSTAKI
Lo straniero
(Lauzi-Moustaki) ed. n.d.

George Moustaki Partecipa alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia con questa canzone (titolo originale “Le meteque) tradotta in italiano da Bruno Lauzi. Il pezzo, a tempo di sirtaki, ottiene un successo clamoroso, e poco tempo dopo, Moustaki sarà chiamato a comporre e interpretare la sigla finale del noto quiz “Rischiatutto”.

 

1970
DOMENICO MODUGNO
La lontananza
(Modugno-Bonaccorti) ed. Rca/Interlancio

Modugno torna al grande successo con questa canzone composta da lui stesso su versi di Enrica Bonaccorti. Partecipa al Cantagiro 1970, ma il pezzo viene proposto in anteprima nella trasmissione televisiva “Speciale per voi”, condotta da Renzo Arbore.

 

1971
LUCIO BATTISTI
Pensieri e parole
(Battisti-Mogol) ed. Acqua Azzurra

Canzone fuori dagli schemi, originale, con due diverse melodie che si intrecciano a voci sovrapposte. Magia della tecnica, ma soprattutto magia di Mogol e Battisti, in uno dei loro momenti migliori. “Pensieri e parole” è al primo posto per 14 settimane, insidiata soltanto dai Pooh di “Tanta voglia di lei”, primi per dieci settimane.

 

1972
SANTO & JOHNNY
Il Padrino
(Rota) ed. Chappell

Canzone fuori dagli schemi, originale, con due diverse melodie che si intrecciano a voci sovrapposte. Magia della tecnica, ma soprattutto magia di Mogol e Battisti, in uno dei loro momenti migliori. “Pensieri e parole” è al primo posto per 14 settimane, insidiata soltanto dai Pooh di “Tanta voglia di lei”, primi per dieci settimane.

 

1973
ELTON JOHN
Crocodile rock
(John-Taupin) ed. Dick James Music

Aveva esordito giovanissimo Reginald Kenneth Dwight (vero nome di Elton John, nato nel 1947), ma è proprio di questo periodo la consacrazione a rock star internazionale. Nei primi mesi del 1973, è primo nella nostra Hit Parade per cinque settimane.

 

 

1974
CLAUDIO BAGLIONI
E tu...
(Baglioni-Coggio) ed. Rca Musica

Momento magico per il cantautore romano che resta al comando della classifica dei 45 giri per ben 12 settimane. Con questa canzone, Baglioni si era aggiudicato anche il primo posto al Festivalbar.

 

1975
CLAUDIO BAGLIONI
Sabato pomeriggio
(Baglioni-Coggio-Baglioni) ed. Rca Musica

Ed è ancora Baglioni il primatista del 1975, grazie a “Sabato pomeriggio”. Il relativo 45 giri entra in Hit Parade in agosto raggiungendo velocemente il primo posto, dove rimane per dieci settimane.

1976
LUCIO BATTISTI
Ancora tu
(Battisti-Mogol) ed. Acqua Azzurra

Battisti mancava da qualche tempo in Hit Parade, e nel 1976 vi fa ritorno, occupando il primo posto per circa tre mesi, con questa canzone, composta, manco a dirlo, insieme a Mogol. Ancora una costruzione originale, un testo d’amore che si innesta su un arrangiamento ispirato in parte alla disco music che proprio in quel periodo si stava affermando.

 


VOTAZIONI

Senza ombra di dubbio questo è stato, sin'ora, il sondaggio che maggiormente ha appassionato i nostri amici. Infatti, nelle due settimane di votazioni il nostro server ha registrato ben 144 voti validi, con una lotta serrata fra due canzoni del gruppo: "Azzurro" di Adriano Celentano e "Pensieri e Parole" di Lucio Battisti. I nostri amici si sono dati battaglia quasi esclusivamente su questi due brani. Il ruolo di terzo incomodo ha provato ad assumerlo Elton John con la sua "Crocodile rock". Ma, a conclusione del gioco, diamo ora qui di seguito la classifica finale stilata dai nostri naviganti ed eleggiamo la "regina delle canzoni regine":

  1. Adriano Celentano - Azzurro - Voti 40 (*)

  2. Lucio Battisti - Pensieri e parole - Voti 40 (*)

  3. Elton John - Crocodile rock -Voti 21

  4. Claudio Baglioni - ...E tu - Voti 10

  5. Fausto Leali - A chi - Voti 9

  6. Lucio Battisti - Ancora tu - Voti 7

  7. Claudio Baglioni - Sabato pomeriggio - Voti 6

  8. Domenico Modugno - La lontananza - Voti 5

  9. Georges Moustaky -Lo straniero - Voti 3 (*)

  10. Santo & Johnny - Il padrino - Voti 3 (*)

(*) ex-aequo

Come si può vedere, scorrendo la classifica, l'epica battaglia fra "Azzurro" e "Pensieri e parole" si è conclusa in parità, nessuna delle due splendide canzoni è riuscita a prevalere sull'altra e sono di gran lunga le migliori canzoni regine dei 10 anni di Hit Parade di Lelio Luttazzi. I due brani hanno raccolto il 56% dei voti totali, lasciando alle altre (se si esclude "Crocodile rock", terza) solo le briciole. Fra le due canzoni di Claudio Baglioni in gara ha prevalso "...E tu" che si piazza al 4. posto. Avete giocato e vi siete divertiti, almeno speriamo. Ma dato che in questa classifica non figurano donne, siamo pronti ad un nuovo sondaggio che vedrà protagoniste alcune delle signore della nostra musica. Si riparte e di nuovo, buon divertimento!

Dati raccolti da Fiorenzo Pampolini
Elaborazione Grafica 45Mania