testata
Archivio Editoriali - 8 Ottobre 2011
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANZONISSIMA 1971 - Tornano Corrado e Raffaella Carrà

Cari amici di 45mania, ci siamo. Eccoci giunti ad un’altra edizione di Canzonissima da rivivere insieme settimana dopo settimana. E che edizione! Dopo il grande successo dell’edizione 1970 condotta da Corrado e Raffaella Carrà, la RAI decide di confermare la collaudata coppia di presentatori, e la scelta si rivelerà un’altra volta vincente, visto che la Canzonissima 1971 supererà in termini di ascolto e di gradimento la già seguitissima edizione dell’anno precedente.

Alla vigilia della prima puntata, in onda sabato 9 ottobre 1971, la parola d’ordine durante le prove al Teatro delle Vittorie è “smitizzare”. Tutti i protagonisti dello show dei milioni parlano con sufficienza della nuova Canzonissima. Dice la Carrà: “L’anno scorso sì che c’era per me da stare col cuore in gola alla prima puntata”.

Corrado ripete a tutti: “Ma cos’è, obbligatorio preoccuparsi?” Gli autori Castellano e Pipolo (che hanno preso il posto di Paolini e Silvestri): “Preoccupati? Anzi, siamo felicissimi di essere tornati alla TV dopo mesi di assenza”. Il nuovo ospite fisso, il popolare imitatore Alighiero Noschese: “Io sono un po’ in disparte perchè i miei interventi richiedono un piccolo studio TV tutto per me, dove registro a parte, quindi non sono tanto nella mischia. Mai lavorato tanto in pace”.

Il coreografo Gino Landi: “Di recente, ho realizzato balletti a New York e al Teatro dell’Opera di Roma con problemi veramente grossi: qui andiamo sul velluto, conosco perfino le tavole del teatro”.

Il costumista Corrado Colabucci: “E’ la mia terza Canzonissima, con l’esperienza accumulata, la rapidità e la sincronia con cui operano i laboratori di sartoria possiamo vestire Raffaella e il balletto in pochi giorni”.

Perfino il parrucchiere Vergottini, stylist personale della Carrà, ha bisogno di dirsi tranquillo: “Abbiamo già studiato le 18 parrucche, in gran parte bionde, che Raffaella indosserà per tredici settimane: inoltre la sua acconciatura fissa è collaudata a meraviglia per il ballo, anzi è una pettinatura che balla con lei e torna a posto da sé senza bisogno di pettinatrici in agguato dietro le telecamere”.

Infine, il maestro Franco Pisano: “Niente problemi: anche la catena di montaggio sonoro e canoro è lubrificato a dovere”.

Insomma, alla fine si scopre che gli unici ad avere qualche problema sono il regista Eros Macchi, che con un cast quasi uguale a quello dell’anno scorso può far sorgere dei confronti col regista della passata edizione Romolo Siena, e il capo tecnico impianti speciali Giorgio Schinigni che ha ideato la complessa rete di circuiti transistorizzati da cui dipende il perfetto funzionamento delle votazioni, delle tabelle luminose, delle scacchiere segnavoti e delle pulsantiere a disposizione dei giornalisti, del pubblico e del notaio.

E’ questa l’atmosfera alla vigilia della prima puntata dell’edizione 1971 del popolare torneo musicale abbinato alla Lotteria di Capodanno. Cambia la formula della gara, i 36 artisti partecipano infatti individualmente e non più a coppie, pur mantenendo la rigida suddivisione tra 18 cantanti uomini e 18 cantanti donne.

La sigla iniziale è affidata naturalmente a Raffaella Carrà. Il pezzo, dal titolo Chissà se va, raggiungerà dopo poche settimane i primi posti della nostra Hit Parade, insidiando il primato di pezzi come Pensiero dei Pooh e La canzone del sole di Lucio Battisti.

La prima fase di Canzonissima 1971 si compone di sei puntate, la prima delle quali va in onda, come già si è detto, il 9 ottobre alle ore 21 (in TV sul Programma Nazionale e alla radio sul Secondo Programma). Accedono alle tre puntate della seconda fase 24 cantanti (12 uomini e 12 donne), mentre nella terza fase restano in gara 12 interpreti che da questo punto gareggeranno con canzoni inedite.

Da questi ultimi, saranno selezionati gli otto finalisti, le cui canzoni inedite si contenderanno il titolo di “Canzonissima 1971” nella serata finale del 6 gennaio 1972.

Ed allora siamo pronti anche a noi a rivivere le emozioni di 40 anni fa, dandovi ancora una volta la possibilità di votare per i cantanti in gara e di confrontare poi le classifiche di oggi con quelle ufficiali di 40 anni fa.

Cliccate sul banner di Canzonissima 1971 presente sulla nostra home page e scegliete tra i sei protagonisti della prima puntata: Ombretta Colli, Nada, Rita Pavone, Donatello, Michele, Mino Reitano.

 Votate, votate, votate!

E buona settimana a tutti!