testata
Archivio Editoriali - 7 Ottobre 2017
a cura di Fiorenzo Pampolini

OTTOBRE 1967. FESTIVAL DI CASTROCARO E CANZONI PER INVITO

Cari amici, nell’autunno di 50 anni fa, mentre i Procol Harum dominavano la classifica dei 45 giri più venduti con “A whiter shade of pale” (che in italiano divenne “Senza luce” nella versione dei Dik Dik), si svolgevano alcuni eventi musicali mandati in onda da radio e TV.

Abbiamo già parlato del Festival delle Rose, e parleremo nelle prossime settimane del torneo canoro abbinato alla Lotteria di Capodanno che prese il via il 23 settembre con il titolo di “Partitissima”. Questa settimana diamo uno sguardo al Festival di Castrocaro e alla rassegna radiofonica “Canzoni per invito”.

Il Festival delle Voci Nuove di Castrocaro si svolge l’11 ottobre e va in onda in diretta alla radio alle ore 21.15 sul Secondo Programma, mentre la TV ne trasmette la registrazione due sere dopo alle ore 22.00 sul Programma Nazionale. Presentata da Pippo Baudo, la rassegna, giunta alla sua undicesima edizione, si dimostra sempre più una fucina di grandi talenti. Nel 1967 è il turno di Giusy Romeo ed Elio Gandolfi.

La carriera musicale di quest’ultimo, nato nel 1951, si esaurirà piuttosto velocemente. Parteciperà infatti di diritto a Sanremo 1968  e ci ritornerà nel 1969, e lì si concluderà praticamente la sua avventura.

Giusy Romeo, invece, nata a Palermo nel 1951 e morta a Milano nel 2004, si presenta a Castrocaro con il brano di Leali “A chi”, ha un’estensione vocale che le consente di coprire quasi cinque ottave, partecipa a Sanremo 1968 ma viene subito eliminata.

Nel 1975, prende il nome d’arte di Giuni Russo, ma soltanto nel 1982 arriverà per lei il momento di gloria con Un’estate al mare”. Collabora con Franco Battiato e torna a Sanremo nel 2003, con una splendida canzone dal titolo “Morirò d’amore”che le consente ancora una volta di esprimere al meglio le sue qualità vocali, ma durante la sua esibizione si capisce che c’è qualcosa che non va, sono i primi segni di un male incurabile che la porterà l’anno successivo a concludere troppo presto la sua esistenza.

Tra i dodici finalisti, sono inoltre in gara due cantanti che ritroveremo ai nastri di partenza di “Un disco per l’estate” 1968, ovvero Alessandra Casaccia e Franco Fratelli.

La rassegna radiofonica di canzoni inedite, che negli anni scorsi abbiamo conosciuto con il titolo prima di “Album di canzoni dell’anno” e poi di “Canzoni nuove”, ovvero i brani selezionati dai concorsi ENAL e UNCLA, torna il 1° ottobre con una serie di appuntamenti quotidiani. Per questa edizione, le due sigle vengono divise: nei mesi di ottobre, novembre e dicembre vanno in onda le 60 canzoni dal repertorio del concorso ENAL.

Le relative trasmissioni si chiamano “Canzoni per invito”, e il titolo deriva dal fatto che questa manifestazione estende ogni anno ad autori, parolieri e compositori di buona fama l’invito a realizzare una canzone, fatta appositamente per questa rassegna.

Le canzoni selezionate sono affidate ad alcuni interpreti, tra i quali citiamo Donatella Moretti, Arturo Testa, Pier Giorgio Farina, Lalla Castellano, Mario Abbate, Milena, Mara Danesi, Lucia Valeri, Gloria Christian, Vanna Scotti.

I brani vengono registrati dalla RAI, e messi in onda nelle apposite trasmissioni radiofoniche in onda la domenica sul Nazionale dalle 22.15 alle 23, il lunedì sul Secondo dalle 21.50 alle 22.30, il martedì sul Secondo dalle 16.38 alle 17, il mercoledì e venerdì sul Nazionale dalle 15.10 alle 15.45 e il sabato sul Secondo dalle 17.05 alle 17.30. Nessuna di queste canzoni ha mai avuto un riscontro commerciale, anche perché non sono mai state incise su dischi.

Intanto, dopo la forzata assenza dalle sale d’incisione, Gianni Morandi, soldato modello, ha avuto qualche giorno di licenza ed ha potuto incidere due nuove canzoni su un 45 giri RCA. Due pezzi che rientrano nel normale repertorio del ragazzo di Monghidoro, “Tenerezza”, una romanza in rosa, e “Israel”, un motivo impegnato che s’appoggia ad una melodia ispirata. Anche in grigioverde, Morandi non ha perso nulla del suo slancio di un tempo e con questo singolo si accinge a scalare le classifiche di vendita.