testata
Archivio Editoriali - 6 Febbraio 2010
a cura di Fiorenzo Pampolini

LA HIT PARADE DI LUTTAZZI - Dal 1967, Le Canzoni Regine su Radio 2 - Seconda Parte

Cari amici, riprendiamo il discorso sulla Hit Parade radiofonica, che iniziò ad andare in onda all’inizio del 1967. Ogni venerdì alle 13 (e in replica il lunedì alle 13,20 sul Programma Nazionale), Lelio Luttazzi presentava la classifica degli otto singoli più richiesti nella settimana precedente, secondo le rilevazioni dell’istituto Doxa.

Dodici sono le “canzoni regine” del 1968. Due di esse arrivano dal Festival di Sanremo, e sono La tramontana di Antoine e Canzone interpretata da Adriano Celentano. Il pezzo era stato composto da Don Backy, ma proprio in occasione di Sanremo 1968 avviene il “divorzio” artistico dell’autore di Canzone dal Clan di Celentano, per cui il “molleggiato” decide di portare lui stesso il pezzo sul palcoscenico del Festival in coppia con Milva.

Grande successo per Brenton Wood con Gimme little sign, al comando della classifica per due settimane. L’enorme popolarità raggiunta in Italia da Wood lo porterà a partecipare al Festival di Sanremo 1969 con Il treno, in coppia con Rosanna Fratello. Una settimana di primato per Georgie Fame che ci fa rivivere l’atmosfera degli anni Trenta con La ballata di Bonnie and Clyde.

Il record settimanale di presenze in vetta alla classifica è per La bambola di Patty Pravo, canzone della quale Nicoletta non era neppure tanto convinta, ma che invece fu campione di incassi non solo in Italia ma anche in altri Paesi europei. Dal “Disco per l’estate”, due settimane in vetta alla classifica sia per il vincitore Riccardo Del Turco con Luglio che per i secondi classificati Franco IV e Franco I con Ho scritto t’amo sulla sabbia.

Dal Cantagiro, Jimmy Fontana porta al primo posto della Hit Parade per cinque settimane La nostra favola, cover di Delilah di Tom Jones, incisa nella nostra lingua anche da Junior Magli. Adriano Celentano è primo per quattro settimane con l’intramontabile Azzurro, mentre la cosiddetta “bubble-gum music” fa trionfare i 1910 Fruitgum Co. con Simon says e Giuliano e i Notturni con la relativa versione italiana Il ballo di Simone, per un totale di quattro settimane.A fine anno, i Camaleonti sono primi per sette settimane con Applausi, mentre Sylvie Vartan siede sul trono per quattro settimane con la sigla di “Canzonissima” Zum zum zum.

Nel 1969, Gianni Morandi è primo per cinque settimane con Scende la pioggia, lanciata da “Canzonissima”, mentre da Sanremo ecco il vincitore Bobby Solo con Zingara (due settimane al primo posto) e la rivelazione Nada, non ancora sedicenne, con Ma che freddo fa (cinque settimane di primato). Barry Ryan con la sua Eloise è al comando della classifica per cinque settimane, poi è il turno dell’Equipe 84 (quattro settimane con Tutta mia la città) e ancora di Adriano Celentano (tre volte primo con Storia d’amore). Dal “Disco per l’estate”, il vincitore Al Bano è primo per una sola settimana con Pensando a te, mentre il secondo classificato Mario Tessuto siede sul trono per otto settimane con la sua Lisa dagli occhi blù.

In autunno, Mal è primo per quattro settimane con Pensiero d’amore, mentre i Dik Dik trionfano per due settimane con Il primo giorno di primavera, canzone con inizio alla Procol Harum in gara al Festivalbar. Infine, dalla Mostra Internazionale di Musica Leggera, Georges Moustaki conduce la classifica per nove settimane con Lo straniero, versione italiana di Le meteque con testo italiano di Bruno Lauzi. E a fine anno, Gianni Morandi canta Belinda, prima per tre settimane.

Lucio Battisti è il primo trionfatore della Hit Parade nel 1970 con Mi ritorni in mente (due settimane), seguito da Gianni Morandi (cinque settimane) con l’inedito di “Canzonissima” Ma chi se ne importa. Dall’Olanda ecco gli Shocking Blue, primi per due settimane con Venus. Il gruppo è attivo dal 1967, ma con questo 45 giri conquisterà le classifiche di tutta Europa. La voce solista della band è Mariska Veres.

Il Festival di Sanremo lancia diverse canzoni da Hit Parade ma soltanto due conquistano la vetta della classifica, Chi non lavora non fa l’amore del vincitore Adriano Celentano (due settimane) e La prima cosa bella di Nicola Di Bari (otto settimane). E mentre Paul Mc Cartney annuncia la fine dei Beatles, i quattro baronetti di Liverpool sono primi per una settimana con Let it be, il loro ultimo singolo ai primi posti nelle classifiche di tutta Europa. Poi, per cinque settimane, canzone regina è It’s five o’clock degli Aphrodite’s Child.

A giugno, il Disco per l’estate laurea a pieni voti il 22enne Renato, ex leader dei Profeti, con Lady Barbara. Il relativo 45 giri è in vetta alla Hit Parade per quattro settimane, per cedere lo scettro subito dopo a Domenico Modugno, primo per otto settimane, con La lontananza, che Mimmo presenta al Cantagiro.

A settembre, Gianni Ravera organizza un’edizione della Mostra Internazionale di Musica Leggera particolarmente ricca di successi; da questa rassegna, sbarcano al primo posto della Hit Parade per sei settimane i Mungo Jerry, un gruppo inglese che propone In the summertime, brano pieno di effetti sonori ottenuti per mezzo di due tipici strumenti campagnoli chiamati “jug” e “washboard”. E la musica internazionale occuperà il primo posto per altre tre settimane, una con i Rare Bird e la loro Simpathy, e due con gli Aphrodite’s Child che propongono Spring summer winter and fall. E a chiudere la Hit Parade del 1970, torna Lucio Battisti con Anna, canzone regina per sette settimane.

Riprenderemo il discorso sabato prossimo, ed ora eccoci agli auguri di Buon Compleanno, che questa settimana vanno a ...

6 febbraio: Jair Rodrigues (71 anni), Rick Astley (44)
7 febbraio: Juliette Gréco (83), Vasco Rossi (58), Francesco Salvi (57), Manuela Villa (44)
8 febbraio: Fabio Trioli (62), Barbara Cola (40)
9 febbraio: Little Tony (69), Carole King (68)
10 febbraio: Roberta Flack (73), Piero Pelù (48), Bracco Di Graci (45)
11 febbraio: Silvano Michetti dei Cugini di Campagna (63)
12 febbraio: Angelo Branduardi (60), Marco Morandi (36)

Buona settimana a tutti!