testata
Archivio Editoriali - 6 Ottobre 2012
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANZONISSIMA 1972- Pippo Baudo e Loretta Goggi, nuova coppia del sabato sera

Cari amici, esattamente 40 anni fa, il 7 ottobre 1972, prendeva il via in prima serata una nuova edizione di Canzonissima. Dopo due edizioni di grande successo presentate da Corrado e Raffaella Carrà, l’edizione 1972 segna il debutto di Pippo Baudo, in coppia con Loretta Goggi (all’epoca rispettivamente 36 e 22 anni), alla conduzione del popolare torneo canoro di fine anno.

Gli autori sono Marcello Marchesi e Dino Verde, l’orchestra è diretta da Enrico Simonetti, la regia è di Romolo Siena. La sigla iniziale, "Vieni via con me (Taratapunzi-è)” è interpretata da Loretta Goggi, mentre la sigla finale, “Il mio pianoforte” è eseguita dall’orchestra di Simonetti. I cantanti in gara sono 32, 16 uomini e 16 donne.

Pippo Baudo presenta la nuova “Canzonissima” in un articolo per il Radiocorriere TV, dove si legge che per realizzare la sigla d’apertura sono stati impegnati una grande orchestra, un coro, un gruppo di ballerini e Loretta Goggi con una presenza in studio di dodici ore al giorno. Baudo anticipa inoltre il sistema di votazione delle canzoni in gara che sarà elettronico; infatti funzioneranno tre giurie, una in sala composta da personaggi dello sport e due esterne, che faranno arrivare i loro suffragi senza essere inquadrate, ma con l’aiuto di un cervello elettronico, che memorizzerà i risultati e sarà in grado di trasmetterli in 5 secondi al Teatro delle Vittorie.

Due sono gli ospiti che si alterneranno settimanalmente nelle varie puntate, i noti attori Monica Vitti e Vittorio Gassman.

Protagonisti della scaletta di ogni puntata sono gli otto cantanti in gara, ma ci saranno anche  un ospite a sorpresa, l’intervento di Gassman o della Vitti, e il balletto ricco di splendide ragazze ed aitanti picciotti-boys. A dirigerli sarà Renato Greco, il più giovane coreografo sulla piazza. Renato è popolare in TV, avendo fatto coppia fissa con Maria Teresa Dal Medico ed avendo ottenuto particolari consensi nell’ultima edizione di “Teatro 10”.

Al balletto di ogni settimana, parteciperà anche Loretta Goggi, che fungerà da raccordo tra un passaggio e l’altro dei diversi movimenti coreografici.

Ma ecco l’elenco degli otto cantanti che partecipano alla prima puntata di Canzonissima 1972, con la rispettiva canzone proposta:

Tony Del Monaco              A Maria
Nicola Di Bari                    Occhi chiari
Donatello                          Gira girasole
Gianni Nazzaro                  Quanto è bella lei
Caterina Caselli                 Le ali della gioventù
Mirna Doris                         Venezia del mio cuore
Nada                                   Una chitarra e un’armonica
Marisa Sacchetto                Il mio amore per Mario

Il cantante uomo e la cantante donna primi classificati accedono direttamente alla terza fase, gli ultimi due vengono eliminati. I cantanti classificati dal terzo al sesto posto accedono alla seconda fase che costituisce un’ulteriore eliminatoria.

Vedremo la classifica della prima puntata sabato prossimo, quando parleremo anche della prima puntata della Canzonissima di 50 anni fa, ovvero della discussa edizione del 1962 presentata da Dario Fo e Franca Rame.

Intanto, in occasione della presentazione del nuovo palinsesto autunnale del 1972, il Radiocorriere TV pubblica un articolo sull’ottimo stato di salute di Radio RAI. Sono infatti circa 14 milioni le persone che ascoltano mediamente ogni giorno la radio. Le trasmissioni più seguite sono: “Gran Varietà” presentata da Johnny Dorelli, in onda la domenica mattina alle 9,35 (e in replica il sabato pomeriggio), con una media di 5 milioni e 700 mila ascoltatori, “Hit Parade” presentata da Lelio Luttazzi, in onda il venerdì alle 13 (e in replica il lunedì) con 5 milioni e mezzo di ascoltatori, e “La corrida”, presentata da Corrado, in onda il sabato alle 13,15 (e in replica la domenica pomeriggio) con 5 milioni e 100 mila.

Ottimi ascolti anche per “Alto gradimento” di Arbore e Boncompagni, con nuovi personaggi dei quali parleremo nelle prossime settimane.

Prima di salutarci, devo correggere un errore contenuto nell’editoriale di sabato scorso. A proposito della partecipazione di Antonello Venditti alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia 1972, ho scritto che il cantautore romano si classificò terzo tra i giovani con “Roma capoccia”. In realtà, come avevo giustamente scritto nell’editoriale dell’11 agosto scorso, Venditti portò in gara “Ciao uomo”, all’epoca considerato il lato A del suo 45 giri, anche se in realtà fu poi “Roma capoccia” ad avere più successo. Ringrazio l’amico Dario che mi ha segnalato l’errore.

Per oggi ci fermiamo qui.

Buona settimana a tutti!