testata
Archivio Editoriali - 5 Settembre 2015
a cura di Fiorenzo Pampolini

Cari amici, 50 anni fa, la Fiera del Levante di Bari apre per la prima volta i suoi battenti ad una manifestazione canora, la Caravella dei Successi. Lo spettacolo si svolge in tre serate, dal 2 al 4 settembre, al Salone dell’Auto della Fiera barese e si propone di presentare una rassegna, il più possibile esauriente, della produzione discografica allestita per il periodo settembre-gennaio, vale a dire dalla fine dell’estate fino alle soglie del Festival di Sanremo.

La TV trasmette la registrazione dell’evento canoro il 10 settembre alle ore 21,15 sul Secondo Programma. Non c’è gara tra le canzoni: si tratta semplicemente di una vetrina di canzoni per l’autunno, presentata da Mike Bongiorno, che ognuno sarà libero di scegliere senza giurie, commissioni, o cartoline-voto. Ma ecco l’elenco dei partecipanti:

Sergio Bruni - O ritratto e Napule
Gigliola Cinquetti - Un bel posto e Sfiorisci bel fiore
Nicola Di Bari - Un amore vero e Non sai come ti amo
John Foster - Al primo quarto di luna
Peppino Gagliardi - Innamorarmi di te
Remo Germani - Ritornerai un’altra volta
Wilma Goich - Il diritto d’amare e Un bacio sulle dita
Vittorio Inzaina - Ti vedo dopo messa
Domenico Modugno - Vieni via amico mio
Gianni Mascolo - Innamoratamente e Io che ti amo
Roberta Mazzoni - Questa è l’ultima sera
Don Miko - Abbasso te
Milva - Come puoi lasciarmi
Paola Neri - Ti amo più di lei
Giulia Shell - Vorrei io vorrei
Ornella Vanoni - Caldo
Claudio Villa - La bandiera dell’amore      
Salvatore Vinciguerra - Ti penso e prego

Al podio dell’orchestra, formata da trenta elementi, si alternano i direttori delle varie Case discografiche. Partecipa inoltre il quartetto vocale dei Musical. Ospite d’onore Walter Chiari.

Il Festival della Canzone Napoletana si svolge al Teatro Politeama di Napoli dal 16 al 18 settembre. I presentatori sono Pippo Baudo e Gaia Germani. La manifestazione è organizzata dall’ “Ente per la Canzone Napoletana” e dall’ “Ente Salvatore Di Giacomo”, i cui presidenti Marino Turchi e Giuseppe Muscariello si propongono di ammettere alla gara soltanto motivi di genuino spirito partenopeo.

Le canzoni in gara sono 24, proposte per la maggior parte da interpreti napoletani, ma anche da altri artisti come Isabella Iannetti, Carmen Villani e il complesso L’Equipe 84. Unico straniero è Roy Silver, nato in Egitto.

Questa edizione del Festival, come spiega il Radiocorriere TV, propone una novità: le 14 canzoni finaliste saranno ammesse alla serata finale di sabato, fra esse le sette che risulteranno più votate verranno considerate vincitrici a pari merito.

Dal gruppo delle sette vincenti, verrà proclamata la canzone vincitrice in assoluto soltanto un anno dopo, e sarà quella che il “cashbox” nazionale avrà indicata come la canzone maggiormente preferita dagli acquirenti di dischi nello spazio di tempo che separa l’attuale edizione del Festival da quella del prossimo anno. Il numero delle canzoni vincitrici sarà poi aumentato da sette a nove, e sono quelle che appaiono con asterisco nell’elenco delle 24 canzoni in gara, qui sotto riportato:

‘A vita mia                                 Sergio Bruni            Tony Astarita
Bella si vuò l’ammore                Mario Abbate          Bruno Venturini
Core napulitano (*)                    Mario Abbate          Isabella Jannetti
Dduje giuramente (*)                 Sergio Bruni           Mirna Doris
E’ frennesia   (*)                        Maria Paris              Mario Trevi
‘E suonne restano                     Nunzio Gallo           Mario Da Vinci
...E te lassaje                            Luciano Virgili        Pino Mauro
Guardame                                 Nunzio Gallo            Isabella Jannetti
Io ca te voglio bene                  Carmen Villani         Nunzia Greton
Mare, mare, mare                     Sergio Bruni             Emy Dorè
Niente cchiù                              Mario Trevi              Mimmo Rocco                  
Notte d’estate                           Lucia Valeri            Carlo Missaglia
Notte senza fine                         Pina Lamara            Equipe 84
‘Nu saluto                                  Maria Paris               Franco D’Ambra
‘Nu suonno (*)                           Nunzio Gallo            Annamaria Maresca
Schiavo d’ammore                     Mario Abbate          Mirna Doris
Scordame (*)                            Gloria Christian        Roy Silver
Serenata all’acqua ‘e mare (*)   Aurelio Fierro        Tony Astarita
So’ fatta accussì                         Monica Del Po          Virginia Da Brescia
T’aspetto a maggio (*)                Achille Togliani        Mario Merola
Tu stasera sì a Pusilleco              Mario Merola           Enzo Del Forno
Uno ca te vuò bene (*)                Nino Soprano          Genny
Veleno doce (*)                          Gloria Christian        Gino Da Procida
Vulesse ‘nu favore                      Aurelio Fierro          Maria Paris

L’unica canzone del Festival a fare qualche apparizione in Hit Parade sarà “Notte senza fine”, dell’Equipe 84. Ma le tre canzoni premiate l’anno successivo saranno le seguenti:

3° posto “Core napulitano”, interpretata da Mario Abbate e Isabella Iannetti
2° posto “Dduje giuramente”, interpretata da Sergio Bruni e Mirna Doris
1° posto “Serenata all’acqua ‘e mare”, interpretata da Aurelio Fierro e Tony Astarita.

Intanto, le pagine degli spettacoli dei quotidiani dell’epoca, oltre a raccontarci le vicende del Festival di Napoli, danno spazio anche alla notizia di gravi incidenti al concerto berlinese dei Rolling Stones. La loro esibizione in un teatro di Berlino provoca episodi di isterismo. Ventimila fanatici hanno tentato di incendiare il palcoscenico, hanno distrutto un convoglio della metropolitana e saccheggiato 16 treni!

Ed anche per oggi ci fermiamo qui. “45mania” va in vacanza, e tornerà con il prossimo aggiornamento sabato 26 settembre.

Buon settembre a tutti!