testata
Archivio Editoriali - 3 Maggio 2014
a cura di Fiorenzo Pampolini

LA TOP TEN DI 50 ANNI FA - Mina e i Beatles ai primi posti con due singoli

Cari amici, diamo uno sguardo quest'oggi alla classifica dei 45 giri di 50 anni fa. Due sono i grandi nomi presenti in classifica, ciascuno con due singoli, Mina e i Beatles.

All'inizio di maggio del 1964, Mina è prima con il suo nuovo singolo E' l'uomo per me, cover della hit internazionale He walks like a man, di Jodie Miller, mentre a metà classifica  c'è il singolo precedente della “tigre di Cremona”, Città vuota, che era uscito nel precedente mese di dicembre.

Uscito come "disco tris" (ovvero contenente tre canzoni), il 45 giri fu ristampato nel marzo del 1964 con un solo pezzo sul lato B, È inutile, lasciando invariata la grafica della copertina. Città vuota, versione italiana di It's a lonely town, successo internazionale di Gene Mc Daniels, fu presentato nel varietà televisivo “La fiera dei sogni”, condotto da Mike Bongiorno, quando Mina riapparve per la prima volta in TV dopo un periodo di ostracismo da parte della RAI. Fece “scandalo” infatti all'epoca la sua relazione con l'attore Corrado Pani, già sposato, dal quale Mina ebbe il figlio Massimiliano, nato nel mese di aprile del 1963.

Doppietta anche per i Beatles, presenti nella Top Ten con il loro primo singolo per il mercato italiano, Please please me e con un altro singolo, la notissima She loves you, che i Fab Four avrebbero poi inserito nel loro album “The Beatles Second' Album” del 1964.

She loves you ebbe un successo mondiale e risulta essere il singolo più venduto dei Fab Four. Sembra che la definizione di “generazione yè-yè sia stata coniata proprio con riferimento al ritornello della canzone, nel quale si ripete più volte “yeah yeah”. Moltissime sono le cover di She loves you, in Italia per esempio ne incise una versione il giovane Fausto Leali con il titolo Lei ti ama.

Ai primi posti della classifica resistono inoltre tre canzoni lanciate dall'ultimo Sanremo, ovvero la vincitrice Non ho l'età di Gigliola Cinquetti, Una lacrima sul viso, di Bobby Solo e Ogni volta di Paul Anka.

Completano la classifica di 50 anni fa, due cantanti stranieri ma particolarmente affermati in Italia, e un giovane interprete italiano che visse il suo momento di gloria proprio nella primavera del 1964.

Richard Antony, di nazionalità francese anche se nato in Egitto, aveva già collezionato un discreto successo in Italia, all'inizio del 1964 era già stato in Hit Parade con Per questa volta, ed ora ritorna con Cin cin.

Gene Pitney, statunitense, scomparso nel 2006, ha già inciso diversi singoli in italiano, e all'ultimo Festival di Sanremo aveva avuto un buon riscontro proponendo in seconda esecuzione la canzone di Little Tony Quando vedrai la mia ragazza. Il suo nuovo singolo ha per titolo Ricorda.

Vasso Ovale è tra gli ospiti del già citato varietà di Mike Bongiorno “La fiera dei sogni”, e il passaggio televisivo gli consente di entrare nella Top Ten con il suo secondo singolo Pietà. Dopo un periodo meno fortunato, nel 1966 passa alla Casa discografica Ariston che lo fa partecipare al girone B (Giovani) del Cantagiro con Un amore grande. Il cantante è stato poi vittima di una voce falsa che girava nell'ambiente, secondo la quale avrebbe perso la vita in un incidente stradale. In realtà, Vasso Ovale è fortunatamente ancora in attività come cantante, anche se dal punto di vista discografico, possiamo considerarlo una delle tante meteore del panorama musicale degli anni Sessanta.

Ed anche per oggi è tutto.