testata
Archivio Editoriali - 29 Ottobre 2016
a cura di Fiorenzo Pampolini

TRENT'ANNI FA DALLAMERICARUSO E LE ALTRE HITS DI OTTOBRE 1986

Cari amici, trent’anni fa, esattamente il 10 ottobre, usciva il nuovo album di Lucio Dalla dal titolo “Dallamericaruso”. “Dallamerica” sta per ricordare il tour che l’artista bolognese effettuò qualche mese prima tra Stati Uniti e Canada e nel corso del quale sono stati registrati dal vivo i molti successi, da “4 marzo 1943” a “Se io fossi un angelo”, contenuti nel doppio album.

“Caruso” è il titolo del brano inedito che apre la prima facciata, una canzone che Lucio Dalla ha scritto in agosto proprio nell’appartamento in cui il leggendario tenore napoletano trascorse gli ultimi mesi di vita, all’ultimo piano di un hotel con vista sul golfo di Sorrento.

Dalla ha composto sullo stesso pianoforte che Enrico Caruso usava per accompagnarsi. Ma torniamo all’album, che viene registrato presso il Village Gate di New York il 23 marzo. Le altre canzoni sono “Balla balla ballerino”, “La sera dei miracoli”, “Viaggi organizzati”, “Anna e Marco”, “Tutta la vita”, “Se io fossi un angelo”, “Cara”, “Grande figlio di puttana”, “L’ultima luna”, “Washington”, “4 marzo 1943”, “Futura”, “Stelle di mare” e “L’anno che verrà”.

L’album si classificherà al 18esimo posto tra i più venduti del 1986, raggiungendo il quarto posto nelle hits settimanali. E a proposito di classifiche, osservando la Top Ten della fine di ottobre 1986, balza subito all’occhio l’assoluta supremazia della lingua inglese. Secondo la Hit Parade della RAI, elaborata da LCM, soltanto una canzone italiana è presente tra i primi 20, ed è “Bello e impossibile” di Gianna Nannini, al secondo posto.

Ai primi posti ci sono “Holiday rap” di Mc Miker “G”& DJSven, “Easy lady” di Spagna, “True blue” e “Papa don’t preach” di Madonna, “Venus” dei Bananarama, “Spirit in the sky” di Doctor and The Medics, “Typical male” di Tina Turner.

Per l’Italia, va meglio nella classifica degli album, dove tra i primi 20, ci sono i nomi di 9 artisti italiani. Dietro Madonna, prima con “True blue”, ecco i Pooh, Antonello Venditti, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ornella Vanoni, Zucchero, Fabio Concato, Enrico Ruggeri e Sergio Caputo.

La RAI trasmette inoltre alcune classifiche di gradimento elaborate dalla Makno, nelle quali le canzoni sono suddivise in quattro categorie, gli italiani, gli stranieri, i più graditi dai teenagers e il top. Tra gli italiani, troviamo al primo posto Gianna Nannini con “Bello e impossibile”, seguita da “Portiere di notte” di Enrico Ruggeri e “L’onda” di Riccardo Cocciante.

Seguono due canzoni di Zucchero, “Rispetto” e “Come il sole all’improvviso”, “Giulio Cesare” di Antonello Venditti, “Okay si” della Steve Rogers Band”, “Onde” di Schirone, “Italian a gogo” dei Righeira e “Con gli occhi di un bambino” di Eros Ramazzotti.

La Steve Rogers Band è il gruppo di Vasco Rossi. In proposito, il cantautore bolognese dice: “Ho sempre detto che la Steve Rogers Band non è soltanto la mia band, anche se molti se ne ricordano soprattutto perché in tutti questi anni sono stati il gruppo che è venuto con me dal vivo. Adesso, dopo il singolo “Okay sì” e l’album “I duri non ballano” anche loro diventeranno superstar. Naturalmente dico per scherzare: la verità è che sono davvero in grado di esprimere ottima musica ed io ero sicuro che, prima o poi, avrebbero fatto parlare al di là di quello che facevano con me”.

Intanto, il sabato sera prosegue la sfida in TV tra due grandi varietà. Su Raiuno c’è “Fantastico”, abbinato alla Lotteria di Capodanno, con Pippo Baudo, Lorella Cuccarini e Alessandra Martines. Ospiti fissi Anna Marchesini, Massimo Lopez e Tullio Solenghi.

Su Canale 5 c’è “Premiatissima”, condotta da Johnny Dorelli. Miss Fortuna di questa edizione è Paola Perego, all’epoca debuttante e misconosciuta fotomodella. In gara ci sono 24 cantanti divisi in 6 gironi. Ne riparleremo. Per ora aggiungiamo soltanto che questa sarà l’ultima edizione di “Premiatissima” che sarà sistematicamente superata negli ascolti dal “Fantastico” di Baudo.