testata
Archivio Editoriali - 21 Ottobre 2017
a cura di Fiorenzo Pampolini

OTTOBRE 1987: NEWS AND HITS, CELENTANO IN TV CONDUCE "FANTASTICO"

Cari amici, 30 anni fa, nell’ottobre del 1987, le classifiche di vendita erano dominate da Michael Jackson. Primo fra i 33 giri, secondo nei singoli (preceduto da Madonna con “Who’s that girl”), Jackson, che si trova in tournée in Giappone, è primo anche tra i video con un filmato realizzato da Martin Scorsese.

Mentre si attende un nuovo video dall’album da cui presto verrà estratto un altro singolo, Scorsese ha annunciato che non lavorerà più con il cantante. “Non si capiva bene chi di noi due fosse il regista”, ha dichiarato l’autore di “Taxi driver”.

“Bad” si rivelerà il secondo album più venduto di tutti i tempi con 30 milioni di copie, al primo posto c’è l’altro album-cult di Jackson, “Thriller”, del 1982 che vendette ben 60 milioni di copie in tutto il mondo.

Tornano i Bee Gees dopo anni di assenza, praticamente al loro debutto video. Arrivano con “You win again”, diretto da Leslie Libman. E a proposito di video, ecco l’ultimo dei Pet Shop Boys, “”What have I done to deserve this”, girato con la regia di Eric Watson e, con la collaborazione a dir poco inconsueta, di Dusty Springfield, popolarissima cantante inglese degli anni ’60. Velocissimo il ricambio: solo un paio di settimane prima, il gruppo era presente con “It’s a sin”.

Intanto, sulla scena italiana, approdano i Denovo, espressione del cosiddetto “nuovo rock italiano”. Sono quattro ragazzi catanesi, Luca Madonia (30 anni), Toni Carbone (27), Mario Venuti (24), che ha poi proseguito la carriera come solista, e Gabriele Madonia (29).

La loro è stata una vera e propria corsa a tappe verso la definitiva affermazione: prima le eliminatorie a “Discoring” brillantemente superate, poi la vittoria a Sanremo Rock, quindi un secondo bagno di popolarità a Saint Vincent, infine (per ora) un Festivalbar che gli ha assegnato il premio Rock Italiano.

Tra le 10 canzoni italiane del mese di ottobre di 30 anni fa, ben quattro sono interpretate da Zucchero. Dal suo album “Sugar blue’s”, secondo in classifica, ecco infatti “Con le mani”, “Solo una sana e consapevole libidine”, “Pippo” e “Senza una donna”. Poi ci sono Raf e Tozzi con “Gente di mare”, Edoardo Bennato con “Ok Italia”, Mango con “Bella d’estate”, Alberrto Fortis con “Qui la luna”, e due canzoni di Vasco Rossi tratte dall’album “C’è chi dice no”, “Brava Giulia” e “Non mi va”.

In TV c’è “Fantastico” edizione 1987. Il programma, nato nel 1979, aveva rappresentato il ritorno dell’abbinamento della Lotteria Italia ad un varietà televisivo, ad alcuni anni dalla soppressione di “Canzonissima”.

L’ottava edizione, in onda il sabato sera nell’ultimo trimestre del 1987 con serata finale il 6 gennaio 1988, fu condotta, con molte polemiche, da Adriano Celentano. Il gioco abbinato alla Lotteria consisteva in questa edizione nell’intervento di due spettatori che manifestavano un loro desiderio al fine di poterlo realizzare concretamente.

Ma “Fantastico 8” sarà ricordato soprattutto per la conduzione di Celentano, i suoi lunghi silenzi durante i suoi monologhi, l’invito (peraltro sgrammaticato) agli elettori di un referendum a scrivere sulla scheda “La caccia e contro l’amore”, l’invito a spegnere la tv per cinque minuti, o ancora l’invito a sintonizzarsi per qualche minuto su Canale 5.

Oltre a Celentano, a “Fantastico 8” parteciparono anche Heather Parisi (che era già stata soubrette di altre quattro edizioni dello show, tra le quali quella del 1981, dove lanciò la famosissima “Cicale”), Marisa Laurito (che si era scherzosamente definita “L’ultima ruota del carro”), mentre la parte comica fu affidata a Massimo Boldi e Maurizio Micheli.