testata
Archivio Editoriali - 18 Luglio 2015
a cura di Fiorenzo Pampolini

CANTAGIRO 1965 (GIRONE B) - VINCE MARIOLINO BARBERIS, DEBUTTA CATERINA CASELLI

Cari amici, riprendiamo il discorso sulla quarta edizione del Cantagiro che si è svolta 50 anni fa con partenza il 23 giugno da Bari ed arrivo il 10 luglio a Fiuggi.

La scorsa settimana vi abbiamo parlato del girone A (quello dei Big), oggi è di scena il girone B (quello dei giovani).

Iniziamo dall’elenco dei 20 partecipanti:

Elio Alonge - Io non voglio la carità
Mario Anzidei - Non ti perdonerò
Mariolino Barberis - Il duca della luna
Caterina Caselli - Sono qui con voi
Lalla Castellano - Pupa ye-ye
La Cricca - Balliamo senza scarpe
Franco De Marchis - Quando scende il sole
Gianni Di Cristina - Abbi pietà
Roby Ferrante - Il giorno mio
Joe Fedeli - E’ andata così
Roberto Fulgori - Non piangere
Andrea Lo Vecchio - La ragazza di Reggio Emilia
Riki Maiocchi - Quella che cerchi
Roberta Mazzoni - Ho sofferto per te
Anna Maria Parise - Non è giusto
Valeria Piaggio - Tu non pensi più a me
Elisabetta Ponti - Non cercare la luna
Le Snob - Amore ti ticordi
Sonia e le Sorelle - Sulla sabbia c’era lei
Jean Valentino - Voi che sapete

Il girone B, come già era successo negli anni precedenti, laurea un nuovo personaggio di successo, anche se la sua carriera sarà di breve durata. Mariolino Barberis ha solo 15 anni, è poliomielitico, e canta appoggiandosi ad un bastone, la sua canzone è una ballata alla francese, con un buon arrangiamento su testo di Giancarlo Guardabassi. Si intitola “Il duca della luna”, e prende molti voti dalle giurie, fino a classificarsi al primo posto del girone B. Al secondo posto, si piazza Roberta Mazzoni, nata in provincia di Bologna e arrivata terza a Castrocaro, in gara con una canzone scritta da Gianni Morandi. Tornerà al Cantagiro nel 1966, poi il silenzio.

Tra gli altri giovani, da segnalare Sonia e le Sorelle da Prato. Le 3 ragazze si ispirano agli Everly Brothers e sono scoperte dal cantante fiorentino Narciso Parigi. La canzone in gara al Cantagiro 1965 (“Sulla sabbia c’era lei”)sarà il loro più grande successo, anche se ci ritorneranno nel 1966. Negli anni successivi, Sonia tenterà la carriera come solista, e la ritroveremo a “Un disco per l’estate” 1968 e a Sanremo 1969. Poi, la loro avventura finisce.

Lalla Castellano e Annamaria Parise sono in gara nella stessa estate a “Un disco per l’estate” e al Cantagiro, ma con canzoni diverse. Andrea Lo Vecchio si farà conoscere meglio come autore, alcuni suoi brani saranno scritti insieme a Roberto Vecchioni, ma nel 1973 lo ritroveremo come solista a “Un disco per l’estate”.

Abbiamo tenuto per ultima, la giovane della quale sentiremo parlare parecchio negli anni a venire, Caterina Caselli, da Sassuolo, nata nel 1946, alla sua prima esperienza con una importante manifestazione canora. E’ in gara con la cover di un pezzo dei Them, “Baby please don’t go”, che in italiano diventa “Sono qui con voi”. Non ha mai vinto una tappa in quel Cantagiro, ma qualche mese dopo esploderà a Sanremo 1966 con “Nessuno mi può giudicare”.

E vediamo ora la classifica dei 45 giri più venduti a metà luglio del 1965. Passando in rassegna i 10 titoli di maggior successo, si può facilmente comprendere l’importanza che avevano all’epoca le grandi rassegne canore. Nelle prime due posizioni c’è un testa a testa tra “Il mondo” di Jimmy Fontana (lanciata da “Un disco per l’estate”) e “Se non avessi più te” di Gianni Morandi (lanciata dal Cantagiro).

Poi ci sono altri tre pezzi usciti dalla rassegna di Saint Vincent (“Tu sei quello” di Orietta Berti, “Quello sbagliato” di Bobby Solo e “Sono tanto innamorata” di Isabella Iannetti), altri due dal Cantagiro (“Lui” di Rita Pavone e “La casa nel sole” dei Marcellos Ferial) ed uno in gara sia al Festivalbar che alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia (“Ciao ciao” di Petula Clark).

Unico outsider tra i primi 10 il cantautore italo-belga Salvatore Adamo con il suo più grande successo, “La notte”.