testata
Archivio Editoriali - 17 Gennaio 2015
a cura di Fiorenzo Pampolini

1965: HITS E NOVITA' IN ATTESA DI SANREMO

Cari amici, esattamente 50 anni fa, Gianni Morandi è saldamente al comando della classifica dei 45 giri con “Non son degno di te”, canzone con la quale aveva vinto a fine ottobre il nuovo Festival delle Rose, e che aveva scalzato dal primo posto il suo successo estivo “In ginocchio da te”. In pratica, Morandi domina la Hit Parade, prima con un pezzo, e subito dopo con l’altro, da luglio 1964 a tutto gennaio 1965. E’ secondo soltanto in ottobre, quando Richard Antony riesce a raggiungere la vetta con “La mia festa”.

Ma torniamo alla Hit Parade di metà gennaio 1965. Al secondo posto un gruppo proveniente dal Madagascar, Les Surfs, molto popolare nel nostro Paese, con “E adesso te ne puoi andar”. Seguono il già citato Richard Antony e Bobby Solo con “Cristina”. Dal cinema, ecco la colonna sonora di “Per un pugno di dollari” firmata Ennio Morricone, mentre dalla TV, ecco “Viva la pappa col pomodoro”, proposta da Rita Pavone nei panni di Giamburrasca, protagonista del fortunato “Giornalino” del quale abbiamo parlato qualche settimana fa.

Adriano Celentano è in classifica con “Bambini miei”, Gene Pitney con “E quando vien la notte”, mentre Dino continua a godersi il successo di “Te lo leggo negli occhi”. Mina è tra i primi 10 con “E se domani”. Il pezzo, composto dal maestro Carlo Alberto Rossi su testo di Giorgio Calabrese, era stato presentato a Sanremo nel 1964 da Fausto Cigliano e Gene Pitney, e non era neppure stato promosso alla serata finale, ma la grande Mina la interpreta a modo suo, e la canzone diventa un classico della nostra musica leggera.

Intanto, la TV, nella serata del 21 gennaio, dedica uno “special” ad un nuovo interprete della musica leggera, Franco Tozzi, che ha vinto, insieme a Vittorio Inzaina, l’ultimo festival delle voci nuove di Castrocaro ottenendo così la partecipazione al Festival di Sanremo.

Tozzi è nato nel 1944 a Rodi Garganico, ma la famiglia si trasferisce subito dopo a Torino, dove nel 1952, nascerà il fratello Umberto. La sua partecipazione a Sanremo non avrà molto successo, ma sarà nell’estate successiva il suo momento magico quando venderà 400mila copie de “I tuoi occhi verdi”, presentata alla seconda edizione di “Un disco per l’estate”. Tozzi prosegue la sua carriera per alcuni anni, nei primi anni ’70 fonda il gruppo “Franco Tozzi Off Sound”, nel quale alla chitarra c’è il fratello. Più tardi, con il successo di Umberto come solista, Franco lascia cedendogli il testimone.

Nuovi album per Mina e Fred Bongusto. La prima propone nell’album edito dalla Ri.Fi. dodici sue versioni di canzoni italiane ed internazionali che affrontano generi diversi (bossa nova, samba, classico americano, beguine) con gli arrangiamenti di Augusto Martelli. Da questo album è tratto il già citato singolo “E se domani”.

Il 33 giri di Fred Bongusto è “La notte è fatta per ballare” (etichetta Cetra). Non tragga in inganno il titolo dell’album, il ballo a cui si fa riferimento non è certo lo scatenato ritmo da discoteca che intendiamo oggi, ma va inteso nello stile cosiddetto “confidenziale” del cantante molisano. Le atmosfere infatti sono quelle del night, che faceva ballare guancia a guancia molte giovani coppie dell’epoca.

Ex studente in legge, ex assistente sociale, Bongusto è fra i cantanti italiani più popolari, più gettonati nei juke-boxes e più richiesti nei locali notturni. Il suo successo più recente è la sigla di chiusura di “Napoli contro tutti” (la Canzonissima del 1964), “A ‘nnammurata mia se chiamma Napule”, ed ora sta per tornare alla TV nella trasmissione “I Capostipiti” dedicata ai cantautori confidenziali.

Le Case discografiche pubblicano alcuni 45 giri per far conoscere le nuove leve che parteciperanno al prossimo Festival di Sanremo. E’ il caso di Gianni Mascolo, Fabrizio Ferretti, Wilma Goich, Nicola Di Bari, Remo Germani e altri. Ma questi singoli sono destinati a rimanere nell’ombra, offuscati dalle canzoni presentate al Festival, con la sola eccezione di Wilma Goich che si affida per la prima volta a Luigi Tenco, con “Ho capito che ti amo”.

In TV, fervono i lavori per la nuova edizione di “Studio Uno”, mitico varietà del sabato sera che debutterà il 13 febbraio e che avrà come protagonisti Mina, Lelio Luttazzi, Milly e le gemelle Kessler.

Appuntamento a sabato prossimo e buona settimana a tutti!