testata
Archivio Editoriali - 15 Ottobre 2016
a cura di Fiorenzo Pampolini

OTTOBRE 1966: FESTIVAL DI CASTROCARO... E LE PUNTATE 3,4, E 5 DI SCALA REALE

Cari amici, lunedì 10 ottobre 1966, la TV manda in onda alle ore 22 sul Programma Nazionale (oggi Raiuno) il gran finale del Festival di Castrocaro “Voci nuove per la canzone”.

La serata, presentata da Mike Bongiorno, va in onda dal Padiglione delle Feste delle Terme di Castrocaro, e propone i dieci cantanti che hanno superato le eliminatorie e le semifinali. In gara anche Loretta Goggi, già conosciuta come interprete bambina di molti sceneggiati televisivi.

“Una poetessa e una beat sull’altalena dei sogni”, così titola il Radiocorriere TV presentando le due giovani vincitrici dell’edizione 1966: Annarita Spinaci, nata ad Ancona nel 1944, con l’hobby della poesia, e Roberta Amadei, di Imola, nata nel 1949, favoritissima fin dalla vigilia.

La madrina del festival, organizzato da Gianni Ravera, è la vincitrice dell’edizione 1963 Gigliola Cinquetti. Tra i big arrivati a Castrocaro in qualità di padrini e madrine dei concorrenti, ci sono Sylva Koscina, Renata Mauro, Little Tony, Betty Curtis. E c’è anche Giorgio Consolini che ora possiede un albergo proprio a Castrocaro.

Le due vincitrici parteciperanno di diritto – come vuole il regolamento del Festival di Castrocaro – alla successiva edizione del Festival di Sanremo. Avrà più fortuna la Spinaci che si presenterà con una canzone scritta da Tony Renis, “Quando dico che ti amo” che si farà ricordare per il suo “popopopo popopopopopo”.

Ma torniamo all’ottobre del 1966. Vi abbiamo già parlato nelle scorse settimane della nuova formula del torneo abbinato alla Lotteria di Capodanno che in questa edizione si chiama ”Scala Reale”, ed è presentata da Peppino De Filippo. Vediamo ora le sfide delle puntate numero 3, 4 e 5, in onda tra l’8 e il 22 ottobre.

Nella terza puntata, la squadra di Claudio Villa si scontra con quella di Aurelio Fierro. Il “reuccio” propone “Granada”, gareggiano con lui Iva Zanicchi (“Fra noi è finita così”), Achille Togliani (“Come stasera mai”) e il debuttante Gianni Pettenati (“Bandiera gialla”).

Con il cantante napoletano, che interpreta “Lazzarella”, ci sono Gloria Christian (“Tiempe belle ‘e na vota”), Tullio Pane (“Tarantella napoletana”) e la debuttante Enza Nardi (Lily Kangy”).

Nella quarta puntata, in onda il 15 ottobre, la squadra di Ornella Vanoni si scontra con quella di Nunzio Gallo. La cantante milanese che aveva esordito con le canzoni della “mala”, propone “Cercami”, una delicata melodia d’amore, mentre il cantante napoletano, vincitore a Sanremo nel 1957 e al Festival di Napoli del 1958, interpreta un classico della canzone napoletana, “Guapparia”.

Con la Vanoni sono in gara Fred Bongusto (“Se tu non fossi bella come sei”), Anna Identici (“Un bene grande così”), e il debuttante Papete (“Dai, vieni giù”), che dall’anno successivo abbandonerà questo nome d’arte per tornare al suo nome anagrafico Mario Guarnera.

Nunzio Gallo è affiancato da alcuni interpreti napoletani, Mario Abbate (“I te vurria vasà”), Mario Merola (“Surdate”), e la debuttante Tina Polito (“Cerasella”).

Nella quinta puntata, in onda il 22 ottobre, si sfidano le squadre capitanate da Gigliola Cinquetti, che interpreta “Peccato”, e Ninì Rosso, che propone “Il silenzio”.

Con la Cinquetti sono in gara Johnny Dorelli (“Solo più che mai”, versione italiana del grande successo di Frank Sinatra “Stranger in the night”), Tony Del Monaco (“Se la vita è così”), e il debuttante Massimo Ranieri, appena quindicenne, al suo debutto in una importante gara canora con il remake di “L’amore è una cosa meravigliosa”.

Con Ninì Rosso, gareggiano Isabella Iannetti (“Sono tanto innamorata”), Mario Trevi (“Indifferentemente”), e il debuttante Sergio Zani (“Io sono qui”).

Le prime cinque puntate sono vinte rispettivamente dalle squadre di Little Tony, Gene Pitney, Claudio Villa, Ornella Vanoni e Gigliola Cinquetti.