testata
Archivio Editoriali - 12 Agosto 2017
a cura di Fiorenzo Pampolini

BUON FERRAGOSTO CON LE HIT PARADE DI 50, 40 E 30 ANNI FA

Cari amici, anche quest’anno sta per arrivare la classica festa di mezza estate, il Ferragosto. Molti di voi saranno in vacanza e leggeranno questa nota sul cellulare o utilizzando la connessione wi-fi dell’albergo. Ed allora, saliamo sulla macchina del tempo per ritrovare le canzoni più ascoltate nel periodo più vacanziero dell’anno di 50, 40 e 30 anni fa.

Iniziamo dal 1967. La Hit Parade, nel suo primo anno di vita, era uno degli appuntamenti più seguiti alla radio. In onda ogni venerdì alle 13 sul Secondo Programma, presentata dal maestro Lelio Luttazzi, la trasmissione illustrava la classifica degli otto 45 giri più venduti in Italia.

Venerdì 18 agosto 1967 erano presenti alcuni singoli provenienti dalla quarta edizione di “Un disco per l’estate”, che si era conclusa a Saint Vincent un paio di mesi prima. In ottava posizione troviamo “La rosa nera” di Gigliola Cinquetti, in quarta il vincitore Jimmy Fontana con “La mia serenata”, mentre la canzone regina è “Nel sole” di Al Bano, in gara anche al Festivalbar.

Al settimo posto c’è Bobby Solo con “Non c’è più niente da fare”, al sesto i Procol Harum con “A whiter shade of pale”, grande canzone introdotta dall’organo Hammond, che sarà poi ripresa dai Dik Dik con il titolo “Senza luce”.

Al quinto posto Fausto Leali con una canzone presentata quasi per caso a “Settevoci”, titolo “A chi”, cover di un pezzo straniero. In quell’estate del 1967, tutti cantano questo brano che confermerà il grande successo della voce nera della canzone italiana.

Terza è Mina con la cover di un pezzo di Chico Buarque De Hollanda, “La banda”. Al secondo posto “La coppia più bella del mondo”, ovvero Adriano Celentano e Claudia Mori.

Dieci anni dopo, nel 1977, la classifica di Ferragosto era dominata da Umberto Tozzi con “Ti amo”, canzone vincitrice del Festivalbar. Seguono Donna Summer con “I feel love”, Laurent Voulzi con “Rockollection”, Roberta Kelly con “Zodiac”, Adriano Celentano con “A woman in love”. La predominanza della lingua inglese tra gli otto singoli più venduti prosegue anche in sesta posizione con “Ma baker” di Boney M, in settima con “Year of the cat” di Al Stewart, e in ottava con “Cerrone’s paradise” di Cerrone.

Ferragosto 1987: domina la classifica Madonna con “Who’s that girl”. Al secondo posto “I just can’t stop” di Michael Jackson e Siedah Garrett, al terzo “Boys” di Sabrina Salerno.

Quarto posto per il duo Umberto Tozzi e Raf con il pezzo presentato all’Eurovision Song Contest, “Gente di mare”, terza classificata nella manifestazione europea. Al quinto posto c’è Samantha Fox con un singolo tratto dal suo secondo album, “Nothing’s gonna stop me now”.

Il gruppo norvegese degli A-ha è al sesto posto con “The living day ligths”, segue il grande Mango con “Bella d’estate”, stupenda canzone composta insieme a Lucio Dalla, e presentata a “Saint Vincent Estate”.

All’ottavo posto, George Michael, ex Wham, con “I want your sex”, singolo estratto dal suo primo album come solista, dal titolo “Faith”.

Ed anche per oggi ci fermiamo qui. Auguri di Buon Ferragosto a tutti voi, ovunque voi siate, in città, al mare, in montagna.