testata
Archivio Editoriali - 12 Dicembre 2015
a cura di Fiorenzo Pampolini

RADIO DAYS. LA GIORNATA RADIOFONICA DEL 12 DICEMBRE 1975

Cari amici, dopo un po’ di tempo ritorniamo questa settimana a rivisitare una giornata radiofonica del tempo che fu.

Ecco cosa ci proponeva Radio Rai esattamente 40 anni fa, il 12 dicembre 1975, con particolare riferimento ai programmi di musica leggera. Alle 6 del mattino, il buongiorno agli ascoltatori, dopo la storica sigla dell’inizio dei programmi con le mitiche campane a festa, proponeva la musica classica sul Programma Nazionale (oggi Radiouno) con “Mattutino musicale”, e sul Secondo Programma (oggi Radiodue) la musica leggera e le divagazioni de “Il mattiniere”, condotto dalla popolare attrice Sandra Milo.

E vediamo ora i principali appuntamenti musicali del Nazionale. Alle 8,30, dopo la seguitissima edizione del Giornale Radio delle 8, vanno in onda “Le canzoni del mattino”. Nella scaletta di 40 anni fa troviamo in apertura Lucio Dalla con la canzone che aveva proposto al Disco per l’estate 1974, “Anna bell’Anna”. Si prosegue, alternando come consuetudine dell’epoca voci maschili e femminili, con Anna Identici che interpreta “Col cuore e con le mani”, poi ancora una canzone lanciata dal Disco per l’estate, questa volta edizione 1973, “L’amore dove sta” di Tony Cucchiara. Seguono Mia Martini (“E stelle stan piovendo”), Umberto Balsamo (“Conclusioni”), Miranda Martino con un classico della canzone napoletana, “Lariulà”. In chiusura, un complesso, i Nomadi con “Sorprese”, e un pezzo per sola orchestra, la versione strumentale di “Arrivederci Roma” diretta da George Melachrino.

Dalle 9 alle 11, il microfono è di Alberto Lupo, conduttore di turno del programma “Voi ed io” che propone la musica e le divagazioni di un attore famoso che cambia ogni mese. Poi, ancora mezz’ora di musica non stop con “Il mangiadischi”.

Alle 12,10, il programma “Concerto per un autore” è dedicato a Luis Enriquez Bacalov, pianista, compositore, direttore d’orchestra e arrangiatore nato in Argentina ma naturalizzato italiano. Assunto dalla RCA, ha curato gli arrangiamenti di molte belle canzoni degli anni ’60, a cominciare da “Legata a un granello di sabbia” di Nico Fidenco, e poi molti altri successi di Rita Pavone, Sergio Endrigo, Gianni Morandi.

Alle 15,30 appuntamento con una storica testata di Radio Rai, “Per voi giovani”, che in questo periodo non ha un conduttore fisso, e propone una selezione musicale presentata dagli annunciatori di turno, con il titolo “Per voi giovani – Dischi”.

Tre dee-jay si dividono in blocchi da 20 minuti ciascuno l’ora di “Musica in” in onda dalle 18 alle 19, e sono Sergio Leonardi, noto anche come cantante, Barbara Marchand e Solforio.

In serata, alle 20,20, la grande Mina è la conduttrice di “Andata e ritorno”, una trasmissione di riascolto per indaffarati, distratti e lontani, mentre alle 22,30 va in onda “Hit Parade de la Chanson”, la classifica delle canzoni più ascoltate in Francia in un programma scambio con la Radio Francese.

Sul Secondo Programma, gli appuntamenti musicali del mattino, dopo “Il mattiniere”, sono “Buongiorno con…” che tutti i giorni alle 7,40 mette in onda il repertorio musicale di due cantanti e di un interprete di pezzi solo strumentali. In questa giornata, sono di scena Mina, il cantautore francese Pierre Groscolas e il direttore d’orchestra Vince Tempera.

Alle 12,40 (e in replica alle 17,50), sono protagonisti Renzo Arbore e Gianni Boncompagni con uno dei programmi radiofonici più seguiti di tutti i tempi “Alto gradimento”. Mentre, alle 13 in punto, come ogni venerdì, Lelio Luttazzi presenta “Hit Parade”. All’ottavo posto c’è “Feelings” di Morris Albert, settimi gli Alunni del Sole con “Pagliaccio”, sesto Hamilton Bohannon con “Foot stompin music”, quinto Bruno Lauzi con “La tartaruga” (sigla di “Un colpo di fortuna”, il nuovo programma abbinato alla Lotteria Italia che ha sostituito “Canzonissima”), quarto Antonello Venditti con “Lilly”, terzo Paolo Frescura con “Bella dentro”, secondo Van Mc Coy con “The hustle”, primi i Goblin con “Profondo rosso”, colonna sonora dell’omonimo film di Dario Argento.

Alle 14 “Su di giri”, mezz’ora di musica non stop con pezzi di The Chequers, Adriano Celentano, Alice Visconti, I Chocolats, Peppino Gagliardi, I Bee Gees e l’orchestra di Perez Prado. Musica, ma anche poesia e teatro sono protagonisti di “Cararai”, un programma che mette in onda quanto richiesto dagli ascoltatori dalle 15,40 alle 17,30.

I fratelli Guido e Maurizio De Angelis (noti anche come gli Oliver Onions) conducono alle 18,40 “Radiodiscoteca”, una selezione musicale per tutte le età. La serata è tutta dedicata agli ascoltatori più giovani. Si comincia alle 19,55 con “Supersonic – Dischi a mach due”, quasi un’ora e mezza di musica a ritmo serrato. In scaletta tra gli altri Gloria Gaynor, i Four Tops, Riccardo Cocciante, Natalie Cole, The Eagles, i Nomadi, Van Mc Coy, Dario Baldan Bembo, Earth, Wind and Fire. Alle 21,29 Dario Salvatori conduce “Popoff”, con una scaletta meno commerciale rispetto a quella di “Supersonic”, con una sequenza di brani jazz. rock, rock-prog e talvolta anche hard-rock o metal.