testata
Archivio Editoriali - 1 Ottobre 2011
a cura di Fiorenzo Pampolini

MOSTRA INTERNAZIONALE DI MUSICA LEGGERA DI VENEZIA - Seconda parte. I Big

Cari amici, riprendiamo il discorso sulla settima edizione della Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia. La scorsa settimana abbiamo passato in rassegna il cast dei giovani, oggi vediamo i big, un cast ricco di nomi di prestigio italiani ed internazionali.

Tra i big internazionali è presente Astrud Gilberto (parente stretta di Joao ed entrambi assi della bossa nova) con la canzone Ti mangerei, cover di It’s not for you di Bob Dylan. Il pezzo ha grande successo anche nella versione originale di una giovane cantante, Olivia Newton John. Nella versione italiana della Gilberto, l’arrangiamento è curato da Ruggero Cini e il brano si fa ricordare per il ritornello che dice “Ti mangerei come fossi una fragola”.

Ci sono inoltre un grande direttore d’orchestra come Franck Pourcel con la colonna sonora del film Anonimo veneziano, la band canadese degli Ocean con Put your hand in the hand, già in gara al Festivalbar, il gruppo inglese dei Blue Mink con The banner man, il cantante reggae giamaicano Jimmy Cliff con la cover di un pezzo di Cat Stevens, Wild world, il vincitore dell’ultimo Festivalbar Demis con il suo nuovo singolo Fire and ice, la band scozzese dei Middle of the Road con Tweedle dee tweedle dum e il cantante spagnolo Peret con il suo successo dell’estate Borriquito che la radio passa molto spesso nella rubrica “Supersonic (Dischi a mach due)”.

Anche il cast italiano è particolarmente ricco e prestigioso: i primi nomi che incontriamo seguendo l’ordine alfabetico sono di due interpreti sempre presenti nelle manifestazioni musicali del periodo, ovvero Al Bano (Mamma Rosa) e Orietta Berti (Ritorna amore). Adriano Celentano propone Una storia come questa, mentre Gigliola Cinquetti interpreta Amarti e poi morire.

Lucio Dalla dà una sua versione della canzone che aveva scritto per Ron (Il gigante e la bambina, già in gara al Disco per l’estate), Nicola Di Bari canta Un uomo molte cose non le sa. Promossi big tre nomi emergenti come quelli dei Domodossola (L’amore del sabato), di Donatello (Anima mia) e di Rosanna Fratello (Un rapido per Roma).

Milva interpreta la cover di un pezzo della regina del “fado” Amalia Rodriguez, La filanda, canzone che amcora oggi tutti ricordano per il suo ritornello orecchiabilissimo e pieno di ritmo. Nada propone la sua ultima incisione Tic toc; al successo di questo 45 giri contribuirà in buona parte anche il lato B, ovvero il remake di una vecchia canzone (1938) di Odoardo Spadaro, La porti un bacione a Firenze.

I New Trolls eseguono La prima goccia bagna il viso, Patty Pravo si affida ad un autore raffinato come il francese Jacques Brel interpretando Non ti bastavo più. Il vincitore dell’ultima Canzonissima Massimo Ranieri propone Io e te, il vincitore dell’ultimo Disco per l’estate Mino Reitano presenta il suo ultimo 45 giri Apri le tue braccia e abbraccia il mondo.

Infine Ricchi e Poveri, Marisa Sannia e Ornella Vanoni si esibiscono con la loro ultima produzione, rispettivamente Amici miei, La mia terra e Domani è un altro giorno.

Ed eccoci al momento della premiazione. Come abbiamo già detto, la “Gondola d’Oro” viene assegnata con un anno di ritardo, ovvero tra i partecipanti all’edizione precedente, si aggiudica il premio quell’interprete che ha venduto il maggior numero di 45 giri della canzone proposta appunto l’anno prima.

Al termine della serata finale del 18 settembre, l’ambito premio viene consegnato a Ornella Vanoni, che negli ultimi dodici mesi ha venduto 225.819 copie del brano L’appuntamento, al secondo posto Massimo Ranieri (183.100 copie di Sogno d’amore), al terzo posto Gianni Morandi (180.549 copie di Al bar si muore). Come si vede da questi dati, la crisi del 45 giri continua inarrestabile. Soltanto due anni prima il vincitore della rassegna Riccardo Del Turco aveva venduto circa 800mila copie di Luglio, e nel 1969 Georges Moustaki aveva vinto la “Gondola d’Oro” per aver venduto 493.855 copie della sua canzone Lo straniero.

Intanto, fervono i preparativi per l’imminente nuova edizione di Canzonissima che, dopo il grande successo dell’edizione precedente, viene nuovamente affidata a Corrado e Raffaella Carrà. Inizieremo a parlarne sabato prossimo, e come ormai tradizione di 45mania, tornerà anche il nostro sondaggio sulla popolare trasmissione abbinata alla Lotteria di Capodanno, che vi consentirà, settimana dopo settimana, di confermare o ribaltare le classifiche di 40 anni fa.

E allora, non mancate all’appuntamento di sabato prossimo!

Buona settimana a tutti!